Il 25-26 aprile torna il Trofeo Città di Mantova

Di MARCO CESTE ,

mantova
mantova

Grande rassegna della velocità sabato e domenica prossima a Mantova. Un weekend che sicuramente offrirà risultati di alto livello garantiti sia dall’ormai consolidato ruolo di classica d’apertura della stagione internazionale in Europa conquistato dal Trofeo Città di Mantova sia dall’ importanza che l’appuntamento riveste nel processo di selezione della squadra azzurra in vista dell’ ultima opportunità di qualificazione olimpica, a metà maggio a Poznan. Senza dimenticare la paracanoa che domenica ha in programma i suoi test per la squadra che parteciperà ai mondiali fissati sempre a Poznan il 16 e il 17 maggio.

Sul Lago Inferiore della città dei Gonzaga gli atleti che lo staff tecnico federale hanno individuato a fine marzo all’Idroscalo di Milano nella prima prova selettiva (18 per il K1 1000 metri uomini, 10 per il K1 200 uomini e 10 per il K1 femminile) si cimenteranno nelle gare indicative inserite nel programma del Trofeo Internazionale che, come ogni anno e a maggior ragione in vista dei Giochi di Londra, ha richiamato una partecipazione numerosa e altamente qualitativa. Circa 170 gli iscritti stranieri, in particolare con le nazionali di Lituania, Slovenia, Serbia, Croazia, Svizzera e  con la significativa presenza dei tre brasiliani della canadese qualificati per Londra e che hanno inserito Mantova nel loro percorso di avvicinamento ai Giochi. A cui si aggiungono gli oltre 200 concorrenti italiani, tra senior e junior, in rappresentanza di 40 club. Un contesto quindi adeguato a testare condizioni e potenzialità del gruppo azzurro che è chiamato a fornire conferme sul piano individuale e a dare indicazioni sulla possibile composizione degli equipaggi per K2 e C2 1000 uomini, K2 200 uomini e per il K2 500 femminile.

A Milano si sono messi particolarmente in evidenza, vincendo entrambe le finali che li hanno impegnati, Maximilian Benassi (Aniene), Michele Zerial (Academy), Sofia Magali Campana (Fiamme Azzurre) e Norma Murabito (Aniene), ma questi risultati sono stati accompagnati da prestazioni significative di altri atleti che hanno comunque raggiunto le finali e figurano quindi nelle ranking list.  ‘’Ora – chiarisce il DT azzurro Gianni Mazzoni – serve quel passo in più che ci consenta di cominciare a ragionare anche sulle barche. Tenendo presente che il nostro evidente obbiettivo è quello di riuscire a portare a Poznan gli equipaggi più competitivi’’.

La selezione sarà articolata in maniera differenziata tra le due giornate di gara: gli atleti del gruppo azzurro parteciperanno alle prove indicative inserite nel programma dell’Internazionale, che prevede batterie e semifinali sabato e finali domenica mattina, mentre domenica pomeriggio si affronteranno nelle specifiche gare di selezione. Quanto alla paracanoa, sono iscritti alle selezioni 16 atleti di sette società, tutti i migliori del panorama nazionale.

Federcanoa.it



Può interessarti