8° Trofeo Amico Sport Libertas

Di GIANCARLO COSTA ,

Apertura Trofeo Amico Sport
Apertura Trofeo Amico Sport

 Il 21 giugno 2009, presso la piscina comunale di Cuneo, si è svolto l’8° TROFEO DI NUOTO AMICO SPORT LIBERTAS, trofeo dedicato ad atleti con disabilità intellettiva appartenenti al movimento SPECIAL OLYMPICS (Associazione benemerita riconosciuta dal CONI e dal Comitato Italiano Paraolimpico), che si sono confrontati nelle specialità classiche (stile libero, rana, dorso, farfalla) più alcune specialità dedicate a chi ha maggiori difficoltà (es. 10m di nuoto assistito). Hanno partecipato, oltre alla squadra dei padroni di casa, altre 8 squadre provenienti dalla Regione e dalle zone limitrofe: Asad Biella, Pandha Torino, Passeportout Valsesia, Rosa Blu Vercelli, Muoversi allegramente Ciriè, Centro in Acqua Settimo Torinese, Anfass Liguria e gli ospiti stranieri dello Special Olympics Monaco, con il coinvolgimento di circa 140 atleti.

Al PANDHA Torino, squadra con le maggiori “quote rosa” – maggior numero di atlete iscritte – è stato consegnato il Trofeo offerto dal Panathlon Cuneo in memoria della dott.ssa Nadia Lemouth, mentre il PASSEPORTOUT Valsesia si è aggiudicato il Trofeo Amico Sport per la squadra più distante. A tutti gli atleti, inoltre, è stato consegnato il minitrofeo di partecipazione, consegnato dal Sindaco Valmaggia, gli Assessori Serpico ed Ambrosino, dal Presidente del CONI provinciale Bravi, la Presidente del Panathlon Cuneo Albanese e la sigra Bertone, dal Presidente provinciale Libertas Marro e dal Consigliere Nazionale Libertas La Dolcetta.

Presente, ed impegnato in prima persona con le gare degli atleti della sua squadra di Biella, il Direttore Regionale SPECIAL OLYMPICS Charlie Cremonte. Ad ogni squadra, inoltre, Giampaolo Sandri ha regalato il suo libro CAMMINO DA SEDUTO, testimonianza di una vita ricca di emozioni vissuta affrontando una tetra paresi spastica.

La mattinata di gare si è svolta in un clima festoso e coinvolgente, grazie anche al brillante speaker Ferruccio Calamari, attore e modello che ha incitato ed intervistato gli atleti pronti a gareggiare. Dopo la mattinata dedicata alle gare, nel pomeriggio gli atleti si sono misurati nel “PROVA LO SPORT”, un circuito organizzato nell’area limitrofa alla piscina, che gli ha permesso di provare l’arrampicata, la mountain bike, il pattinaggio, il nordic walking, lo sci di fondo ed il tennis. Al termine delle prove, l’agognata merenda offerta da Mc Donald’s, Ferrero S.p.A., Acqua S.Anna ed Orso Bianco.

L’evento è organizzato dall’Associazione AMICO SPORT LIBERTAS , appartenente al circuito Special Olympics Italia, hanno sostenuto l’evento il Comune di Cuneo, la Provincia di Cuneo, La fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, la Federazione Italiana cronometristi, l’ATL, l’Associazione Rajiv Ghandi – home for handicap - , la GIS Cuneo e gli sponsor Ferrero S.p.A., Mc Donald’s, Acqua S.Anna, Il Podio, Castelmar Impianti Elettrici, Orso Bianco Croissants e la Fondazione Matteo Costamagna.

Per ulteriori informazioni: www.amicosport.org

Cristina Bernardi 347-6480080

Stefania Bergia 347-1112411

Comunicato Amico Sport

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti