Adam Ondra e la slovena Garnbret vincono in Coppa del mondo Boulder a Meiringen, in Svizzera

Di GIANCARLO COSTA ,

La slovena Garnbret vincitrice in Coppa del mondo Boulder a Meiringen (foto IFSC)
La slovena Garnbret vincitrice in Coppa del mondo Boulder a Meiringen (foto IFSC)

Si è disputata a Meiringen, in Svizzera, la prima tappa della Coppa del mondo Boulder 2021, nella stagione che vedrà l’arrampicata sportiva esordire alle Olimpiadi di Tokyo.

L’icona dell’arrampicata, il ceco Adam Ondra, ha conquistato la sua 20ma medaglia d'oro in Coppa del Mondo IFSC nella finale maschile, con il top al quarto blocco che ha deciso tra la prima e la seconda posizione. Ondra, che è il campione del mondo in carica in Lead e gareggerà ai Giochi Olimpici di Tokyo, ha raggiunto tre top e tre zone, esultando con un urlo di pura euforia dopo aver completato il blocco finale. Al secondo posto il giapponese Yoshiyuki Ogata, che con due top e quattro zone, ha conquistato il quarto podio della sua carriera in Coppa del Mondo fino ad ora. Il suo connazionale Tomoaki Takata (26) ha completato il podio maschile in terza posizione, con un top e quattro zone - a corto di tempo per completare il blocco finale.
Dopo essersi qualificato al primo posto per la semifinale maschile, il giapponese Kokoro Fujii ha concluso la competizione al quarto posto, con il compagno di squadra Sohta Amagasa che ha chiuso al sesto, al suo debutto in Coppa del Mondo IFSC. L'americano Nathaniel Coleman ha ottenuto il quinto posto, dopo aver lottato fino alla fine per ottenere un top sul blocco 4 - l'unico atleta a farlo oltre alla medaglia d'oro Ondra. Coleman è anche un olimpionico di Tokyo 2020.
Gli azzurri in gara si sono così piazzati: Michael Piccolruaz 27°, Filip Schenk 49°, Davide Colombo 59°, Ludovico Fossali 77° e Matteo Manzoni 87°.

Gara femminile

Dopo aver dominato l'intera stagione Boulder 2019, la slovena Janja Garnbret è tornata per rivendicare la sua settima vittoria consecutiva della Coppa del Mondo Boulder. L'attuale Campione del Mondo Boulder, Lead e Combinata ha brillato su due blocchi nella finale , trovando il top per i restanti due problemi in soli due tentativi. Riportando in gioco la firma "Janja flick", in cui Garnbret si inarca in una posizione simile a uno scorpione mentre oscilla con una mossa dinamica, l'atleta di Tokyo 2020 ha concluso con la sua 27a medaglia d'oro ai Mondiali.
A soli 16 anni, Oriane Bertone è un nuovo nome da tenere d'occhio sul circuito di arrampicata sportiva. Al suo debutto in Coppa del Mondo senior questo fine settimana, Bertone si è fatta strada fino al secondo posto con due top e quattro zone. Ad eguagliare il punteggio di Bertone e quindi a conquistare la medaglia di bronzo è stata Natalia Grossman degli USA. A causa dell'utilizzo di più tentativi rispetto a Bertone, Grossman ha concluso la Coppa del Mondo in terza posizione. La veterana dell'arrampicata sportiva Akiyo Noguchi, del Giappone, non è riuscita a raggiungere un top in finale e quindi ha perso il podio al quarto posto. I connazionali di Garnbret, Vita Lukan e Katja Debevec hanno concluso rispettivamente al quinto e sesto posto.
Le azzurre in gara si sono così piazzate: Camilla Moroni 18ma, Laura Rogora 29ma, Giorgia Tesio 31ma, Mattina Zanetti 49ma, Giulia Medici 53ma.

Fonte federclimb

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti