Alessandro Fabian conquista l'argento in World Cup

Di MARCO CESTE ,

Il podio
Il podio

Il suo primo Argento in World Cup: per Alessandro Fabian (CS.Carabinieri) un  prestigioso successo nel circuito di Coppamondo di triathlon olimpico, che gli regala questa importante medaglia, vinta alle spalle dell’esperto svizzero Sven Riederer – bronzo olimpico ad Atene - e davanti allo spagnolo David Castro.
Un Argento che arricchisce la sua carriera internazionale e che è stato vinto oggi nella prima edizione di world cup organizzata ad Alanya in Turchia, proprio nello stesso percorso dove un anno fa il 'capitano' vinse un altro importante argento, quello storico europeo elite.
Gara abbastanza dura e partita dalla spiaggia, anziché dal pontone, perché nella notte precedente un’ondata di maltempo ha danneggiato tutte le strutture: un nuoto impegnativo con onda lunga ma che ha ricompattato verso la fine della frazione tutto un gruppo di circa 40 atleti, rimasto così fino al termine del ciclismo. Tra loro inseriti  anche i nostri azzurri, Andrea Secchiero, Luca Facchinetti, Riccardo De Palma e Gregory Barnaby; Alessandro Fabian sempre tra i primi, in testa, a dettare ritmi piuttosto sostenuti per rendere più impegnativa e selettiva la frazione e dietro, a ruota, Sven Riederer.
Entrati tutti insieme in T2,  Alessandro Fabian ne è uscito subito in fuga ed è rimasto in testa per i primi 4 km in un gruppo di 7, 8 atleti. Tra loro unico a riuscire ad insidiare la sua corsa, Sven Riederer, che ha effettuato uno strappo staccandosi definitivamente dagli inseguitori e portandosi in testa fino al traguardo, facendo fermare il tempo su 1.45.57.
Ottima l’interpretazione della corsa di Fabian che ha mantenuto il vantaggio sul resto degli avversari, conquistando il  secondo posto d'Argento, a 6 secondi dallo svizzero, storica medaglia aggiunta nel suo personale palmares.
8 secondi dietro il carabiniere azzurro, lo spagnolo David Castro, terzo sul podio.
“Finalmente è arrivata una medaglia individuale, un ‘metallo’ internazionale che avevo tanto cercato quest’anno  – dichiara Alessandro al traguardo – Questo percorso di gara mi piace, sono riuscito ad esprimermi bene. Sono felice che sia giunto questo riscontro concreto che mi fa chiudere in bellezza il 2014. Ero partito con ottime sensazioni, già dopo la vittoria dei tricolori di olimpico a Sapri sentivo di star ben e doveva essere questo l’appuntamento giusto, l’ultimo internazionale dell’anno, come suol dirsi ‘ora o mai più’! Adesso mi aspettano i tricolori sprint a Riccione e poi avrò tutto il tempo di ricaricarmi e guardare all’anno prossimo.”
Soddisfazione  del DT  Mario Miglio per il bel risultato  e del tecnico azzurro Sergio Contin che dal campo di gara ha dichiarato: “Abbiamo fatto un buon lavoro in quest’ultimo periodo, quando Alessandro è sceso dalla bici ed è uscito dalla T2 abbiamo  il suo ‘passo dei tempi migliori’ ed abbiamo capito che sarebbe andato a medaglia” .
Buon riscontro in questa World Cup anche per Andrea Secchiero (GS.Fiamme Oro), che ha concluso la sua prova 10° assoluto, inserendosi nella top ten e per Luca Facchinetti (Team Ravenna) con il suo indicativo 14° piazzamento, anche in considerazione dei punti utili per il percorso di qualificazione olimpica.
Riccardo De Palma (Minerva Roma) ha concluso 43°, mentre purtroppo Gregory Barnaby (707) si è ritirato nel penultimo giro della frazione di corsa.

Fitri.it



Può interessarti