Allo Stadio della Canoa di Ivrea dal 17 al 22 luglio i Campionati Mondiali Junior e Under 23 di Canoa Slalom.

Di GIANCARLO COSTA ,

Presentazione Campionati Mondiali Junior e Under 23 di Canoa Slalom
Presentazione Campionati Mondiali Junior e Under 23 di Canoa Slalom

Sarà ancora una volta ribalta internazionale per Ivrea e il Canavese dal 17 al 22 luglio 2018 con i Campionati Mondiali Junior e Under 23 di Canoa Slalom, manifestazione dell’International Canoe Federation (ICF), rappresentata in Italia dalla Federazione Italiana Canoa Kayak (FICK) che fa capo al CONI.
450 atleti di età compresa tra i 15 e i 23 anni, in rappresentanza di 52 nazioni, si contenderanno il titolo di Campione del Mondo 2018 Junior e Under 23 di Slalom e di Extreme Slalom in sei giorni di gare ai massimi livelli di competitività sulle rapide della Dora nello Stadio della Canoa di Ivrea che, con una difficoltà di 4° grado su una scala di 6, si posiziona tra i 10 canali migliori al mondo. Si inizierà martedì 17 giugno con le gare a squadre, da mercoledì e nei giorni successivi saranno in programma le gare individuali, con qualifiche, semi finali e finali.
Il programma, insieme a tutti gli aspetti sportivi e tecnici della manifestazione, è stato presentato a Torino in una conferenza stampa ospitata dalla Regione Piemonte, alla presenza dell’Assessore alla Sport della Regione, del Sindaco della Città di Ivrea, del Presidente FICK e del Presidente dell’Hosting Organizing Committee, Associazione Proteina.

“Il Piemonte si conferma luogo ideale per gli sport di fiume. Abbiamo centrato l’obiettivo di portare ad Ivrea, patrimonio Unesco, il centro federale di canoa slalom, investendo importanti risorse per l’impianto sulla Dora Baltea e per la promozione degli eventi mondiali negli ultimi tre anni. L’aver pensato di coinvolgere gli studenti delle scuole superiori eporediesi per questo evento di alto valore agonistico offre un’ottima opportunità di esperienza internazionale sul campo per i nostri giovani. La Regione Piemonte diventa davvero protagonista in un percorso di crescita e sviluppo per l’intero Canavese.” - ha sottolineato Giovanni Maria Ferraris, Assessore allo Sport della Regione Piemonte.

Nello Slalom individuale sono in palio cinque titoli Junior e cinque Under 23 per canoa e kayak, nelle seguenti categorie: Kayak maschile (K1M), Kayak femminile (K1W), Canadese monoposto maschile (C1M), Canadese monoposto femminile (C1W) e Canadese biposto mista (C2MX). Le gare a squadre prevedono K1 men, K1 women, C1 men, C1 women, e C2 misto. L’Extreme Slalom assegna quattro titoli, K1M e K1W per i Junior e per gli Under 23.
Lo spettacolo è assicurato ai più alti livelli fin dalle prime battute. Gli atleti in gara sono le punte di diamante delle rispettive nazionali giovanili e in molti casi gareggiano abitualmente e con ottimi risultati nelle competizioni internazionali di livello assoluto.

“Sono orgoglioso di poter dire che lo Stadio della Canoa di Ivrea rappresenta oggi un punto di riferimento a livello nazionale ed estero. Un canale naturale di straordinaria unicità che ha saputo valorizzare l’intero movimento e che ogni anno viene scelto come luogo di allenamento da tante squadre straniere. Una città, Ivrea, che vive la canoa da decenni e che ha saputo rispondere in maniera importante al richiamo del grande sport della pagaia, portando la canoa slalom in centro città, attirando tifosi, appassionati e semplici curiosi sulle rive della Dora. Quest’anno l’appuntamento sarà dedicato ai giovani talenti delle categorie junior e under 23, che saranno i protagonisti a cinque cerchi del futuro e siamo davvero felici che questa importante manifestazione sia stata assegnata all’Italia e ad Ivrea. Il giusto riconoscimento ai tanti sforzi ed investimenti fatti in questi anni con il fondamentale contributo delle istituzioni locali e che ci vedrà di nuovo protagonisti con la Coppa del Mondo senior nel 2020 e con i Mondiali giovanili del 2022. Le rapide della Dora non fanno sconti a nessuno ma abbiamo una squadra motivata e competitiva che, ne sono certo, saprà regalarci emozioni. Per i nostri ragazzi è un test importante, un confronto di livello
internazionale che rappresenta uno step necessario nel percorso di crescita di ogni atleta. Ancora una volta un sincero ringraziamento va all’Ivrea Canoa Club e a tutti coloro - volontari, giudici arbitri e collaboratori - che hanno permesso alti standard organizzativi con dedizione e professionalità. Con questo successo possiamo guardare alle sfide organizzative del futuro con grande fiducia.” - ha commentato Luciano Buonfiglio, Presidente FICK (Federazione Italiana Canoa Kajak).

C’è grande attesa per la performance della squadra azzurra, la cui composizione è stata definita da qualche giorno dai direttori tecnici Daniele Molmenti ed Ettore Ivaldi e che potrà contare sul calore e il tifo del pubblico di casa. Saranno in gara 17 atleti, e in particolare: 3 nel K1W Junior, 3 nel K1M Junior, 2 nel C1W Junior, 3 nel C1M Junior, 1 nel K1W Under23, 3 nel K1M Under23, 3 nel C1M Under23 (in allegato la scheda di presentazione).
“Questi Mondiali sono un evento che inorgoglisce tutti i cittadini eporediesi che si apprestano ad accogliere tecnici, operatori ed atleti con ancora maggiore affetto e partecipazione, in un momento in cui “Ivrea Città Industriale del XX Secolo” è stata inserita nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, grazie a 10 anni di grande impegno e lavoro di tante persone”, ribadisce Stefano Sertoli, Sindaco della Città di Ivrea. “Come Sindaco neoeletto ringrazio la professionalità del Direttivo dell’Associazione Proteina e dei tecnici dell’Ivrea Canoa Club, i quali, coadiuvati dalla Federazione Italiana e dall’International Canoe Federation e sostenuti dalla Regione Piemonte e dall’Amministrazione comunale, hanno garantito allo splendido palcoscenico eporediese uno sviluppo continuo nel tempo.”

I Campionati del Mondo 2018 rappresentano un traguardo importante di un percorso di gare internazionali che negli ultimi anni, attraverso l’organizzazione di due tappe della Coppa del Mondo - nel 2016 e nel 2017 - e di importanti gare di Ranking internazionale, ha portato Ivrea e il suo Canale ad essere una delle sedi di riferimento del circuito mondiale della canoa slalom.
Per la settimana dei Campionati del Mondo sono in arrivo a Ivrea circa tremila persone tra atleti, staff, accompagnatori e famiglie, oltre al pubblico degli spettatori che solitamente affolla lo Stadio della Canoa durante gli appuntamenti internazionali.

“I numeri che gli appuntamenti internazionali di canoa sono in grado di sviluppare sono ormai costanti e anzi in continua crescita”, è intervenuto Claudio Roviera, Presidente Associazione Proteina, Hosting Organizing Committee. “I futuri programmi, che prevedono che nel 2022 Ivrea sarà nuovamente sede delle gare Mondiali Juniores e Under 23 di Canoa Slalom e nel 2020 organizzerà gli Europei assoluti di Discesa, possono solo condurre ad un ulteriore consolidamento. La macchina organizzativa è ormai collaudata e ha dimostrato di saper reagire prontamente anche a pesanti emergenze, come il ripristino in tempi record della paratia che la piena di fine maggio aveva portato via. Insomma, siamo una realtà e una garanzia che, chi voglia investire sugli eventi di canoa a Ivrea, troverà un interlocutore professionale, competente e attento. Accanto al sostegno costante e imprescindibile delle istituzioni locali, Regione Piemonte e Città di Ivrea, e della Federazione, è ormai ora che le aziende private si facciano avanti sempre di più e con sempre maggiore consistenza per far vedere al mondo quello che Ivrea vale.”
Roviera ha inoltre riassunto numeri e caratteristiche del Progetto di alternanza scuola-lavoro che vede coinvolti in totale circa 80 ragazzi dei Licei C. Botta e A. Gramsci di Ivrea, dell’Istituto di Istruzione Superiore G. Cena di Ivrea e del Liceo P. Martinetti di Caluso. “I ragazzi hanno affiancato l’organizzazione nella preparazione dello Stadio della Canoa, dall’allestimento della tenda atleti a quello delle altre aree, rivalutando completamente tutta l’area. Gli allievi del Liceo Linguistico Martinetti in particolare accompagneranno gli atleti nella venue e durante le visite nella Città, passando per il Museo Civico Garda. Nei giorni clou tutti gli altri saranno impegnati sul campo gara per assistere i giudici, presidiare la tenda atleti, l’area vip, il settore accrediti. Ognuno di loro ha il proprio compito, sono e saranno operativi per parecchie ore e giornate ma sono molto carichi e contenti di prendere parte in prima persona all’organizzazione di un vento di questa portata. A loro va un enorme ringraziamento!”

Fonte press office Regione Piemonte

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti