Assegnati i Piolets d’Or

Di GIANCARLO COSTA ,

19° Piolets d'Or
19° Piolets d'Or

Assegnati i premi “Piolets d’Or” per le migliori imprese alpinistiche dell’anno passato. L’edizione 2011 di questo premio internazionale (la cui sede si sdoppia tra Chamonix e Courmayeur) ha visto un ex-aequo. I vincitori infatti sono stati Sean Villanueva, Nicolas e Olivier Favresse (Belgio) e Ben Ditto (Usa) che hanno scalato le Big walls di Cap Farewell sula costa sud e ovest della Groenlandia, mentre Yasushi Okada e Katsutaka Yokoyama (Giappone) hanno invece raggiunto la vetta del Monte Logan in Canada.

La giuria ha motivato queste scelte con le seguenti parole: “Queste salite così diverse sono state effettuate da alpinisti esperti, su cime di bassa o di media altitudine, dimostrando un livello tecnico eccezionalmente alto. Inoltre c’è stato un senso di spirito di squadra e divertimento.”

Greenland Big Walls Expedition

Questa è stata un’innovativa arrampicata sui big wall con una differenza – uno stile eccellente, usando nè spit nè chiodi, attraversando le cime dopo le salite. Nel popolare sport di arrampicata sui big wall, questi alpinisti hanno dimostrato che è possibile effettuare queste salite con uno stile completamente pulito. In aggiunta all’alto livello tecnico, il team ha avvicinato zone inesplorate con la barca a vela e ha dimostrato enorme cameratismo.

Di Sean Villanueva, Nicolas & Olivier Favressse (Belgo) e Ben Ditto (USA), barca capitanata da Bob Shepton (UK – 75 anni).

Mount Logan South East Face

Questa è stata una via nuova effettuata dopo preparativi meticolosi su una parete molto remota, alta 2500 metri. Gli alpinisti hanno viaggiato in lungo e largo per trovare vie per l’acclimatamento, e hanno iniziato la via soltanto dopo un attenta studio per evitare i pericoli oggettivi. La salita incarna il moderno stile alpino e, in velocità, è stato superato un terreno sconosciuto lungo una volta e mezza la Parete Nord dell’Eiger. La coppia ha completato la lunga cresta di collegamento che gli ha portato alla cima est.

Di Yasushi Okada e Katsutaka Yokoyama (Giappone)

Piolet d’Or alla Carriera per Doug Scott, alpinista di fama mondiale che oltretutto porta il titolo di CBE (Commander of British Empire) ed ha ricevuto la Medaglia d’Oro della Royal Geographical Society.

Proprio durante la consegna del premio a Doug Scott, i sindaci di Chamonix e Courmayeur hanno annunciato che l'alpinismo potrebbe diventare patrimonio dell'umanità, avere il marchio dell'UNESCO per "l'apporto eccezionale all'arricchimento della cultura e della società".  Tesi appoggiata dal mito dell'alpinismo, Walter Bonatti, tesi nata dalle cittadine ai piedi del Monte Bianco, il luogo dove l'alpinismo nacque 250 anni fa.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti