Campo test Ferrino HighLab sul Monte Bianco presso il Rifugio Tete Rousse

Di GIANCARLO COSTA ,

Ferrino HighLab sul Monte Bianco
Ferrino HighLab sul Monte Bianco

Una nuova collaborazione è nata tra il Rifugio di Tête-Rousse, il comune di Saint-Gervais Les Bains, rappresentato dal suo sindaco, Sig. Jean Marc Peillex, e Ferrino S.p.a, società italiana leader nella produzione di attrezzatura outdoor fin dal 1870.

Da quest'estate vi è infatti la possibilità di soggiornare a 3167 m di altitudine, a pochi metri di distanza dagli edifici del rifugio di Tête-Rousse, passando tutta la notte in tenda nel nuovo campo test Ferrino. Il rifugio di Tête-Rousse, partner di progetto, è stato costruito nel 2005, può ospitare fino a 72 persone a notte e si trova in Francia nel comune di Saint-Gervais-les-Bains (La Voie Royale) sul massiccio del Monte Bianco in Alta Savoia.

Sono circa 20000 gli alpinisti che vi arrivano ogni anno e che, in diversi modi, cercano di raggiungere la cima del Monte Bianco. Il rifugio si trova lungo la via normale francese tra la stazione terminale del Tramway du Mont Blanc a Nid d'Aigle (2380 metri) e il rifugio del Gouter.
Ferrino ha attrezzato il nuovo campo test con tende e sacchi a pelo per gli alpinisti e equipaggiato i
supervisori del campo con diverso materiale. Tutti i prodotti appartengono alla linea High Lab, top di gamma Ferrino in termini di tecnologia e sicurezza.
I prodotti High Lab sono prodotti estremamente resistenti, con molteplici funzioni e specifiche
caratteristiche tecniche, creati per offrire un elevato rendimento e pensati per i professionisti del settore. Referente e responsabile dei prodotti Ferrino al campo test è Mingma Dawa Sherpa, ragazzo nepalese, formato direttamente da Marco Chiaberge, direttore del reparto R&D di Ferrino, che si prenderà cura degli utenti e dell’attrezzatura del campo.
Dopo aver passato la notte in tenda, viene chiesto agli alpinisti di compilare un questionario.
Questo permetterà a Ferrino di avere un feedback diretto dei consumatori sui propri prodotti e di
raccogliere importanti informazioni sul campo che andranno poi direttamente al reparto R&D di Ferrino.

Come evidenzia Anna Ferrino, amministratore delegato di Ferrino, si tratta di una questione molto seria per l'azienda: "obiettivo è quello di continuare a migliorare e essere un partner di fiducia, che offre prodotti che siano durevoli, di alta qualità, sicuri, facili da usare e con notevoli benefici per i consumatori. Le informazioni raccolte dal test, daranno importanti stimoli anche a lungo termine per il lancio dei nuovi prodotti. Inoltre questa pratica dà anche la possibilità agli alpinisti di testare i prodotti prima di acquistarli“.

Questo progetto a Saint-Gervais Les Bains è frutto di una lunga esperienza di test sul campo, Ferrino ha infatti istituito il primo campo test HighLab permanente presso il Rifugio Quintino Sella ben 22 anni fa a 3585 metri di altitudine sul versante italiano del Monte Rosa. Si tratta quindi di un progetto consolidato in Italia a cui quest’anno si aggiunge un nuovo partner in Francia, sulle pendici del Monte Bianco.
Il campo test presso il rifugio di Tête-Rousse aprirà ogni anno dall'inizio di luglio fino a metà agosto (le date varieranno leggermente a seconda della stagione).

Le persone interessate possono soggiornare nelle tende con un contributo di soli 10 euro. I soldi raccolti vengono poi integralmente riversati a favore di un progetto di solidarietà, fondato dall'ambasciatore Ferrino Silvio Mondinelli a favore dell'ospedale Malekhu, situato in Nepal, tra il Pokara e Kathmandu.

Informazioni e prenotazioni telefonando al + 33 (0) 450 582 497
Per informazioni sui prodotti Ferrino www.ferrino.it

Articolo Publiredazionale

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti