Castore da Staffal, Gressoney La Trinitè – Itinerario Alpinismo

Di GIANCARLO COSTA ,

Apertura Itinerario Castore da Staffal
Apertura Itinerario Castore da Staffal

INIZIO ESCURSIONE: Gressoney La Trinitè - Staffal (1850m)
ACCESSO: Per arrivare a Staffal (Gressoney La Trinità), prendere l’autostrada Torino-Aosta e uscire a Pont Saint Martin, quindi seguire le indicazioni per Gressoney – Monte Rosa, fino al parcheggio in località Staffal, dove finisce la strada e iniziano le piste da sci.
DISLIVELLO: 2380 metri circa
DIFFICOLTA: F+
PERIODO CONSIGLIATO da luglio a settembre
ATTREZZATURA: da alpinismo (Piccozza, ramponi, corda e casco)
CARTOGRAFIA: 1:50000 MONTE ROSA
INDIRIZZI UTILI:
Soccorso alpino 118
Società Guide di Gressoney: 0125366280
ATP Monte Rosa Walser: 0125366143
Rifugio Quintino Sella
Tel. +39 0125 366113
Gsm +39 348 8107793
E-mail: info@rifugioquintinosella.com

DESCRIZIONE ITINERARIO CASTORE

Il Castore (quota 4228m) è la montagna simbolo della gara di scialpinismo Trofeo Mezzalama, con la sua affilata cresta spauracchio di più di una cordata in gara. La prima ascensione fu compiuta il 23 agosto del 1861 da William Mathews e Frederick William Jacomb con la guida alpina di Chamonix Michel Croz.
La sua salita può essere realizzata partendo da Cervinia, come nella gara Trofeo Mezzalama, o partendo dalla Val d’Ayas e salendo dal rifugio Mezzalama, o come in questo itinerario, partendo dalla valle di Gressoney e più precisamente da Staffal, salendo prima al Colle Bettaforca, poi seguendo il sentiero n° 9 che porta prima al Passo Bettolina (2905m), proseguendo tra nevai e pietraie si arriva al tratto finale attrezzato di corde, staffe e un ponticello, fino al rifugio Quintino Sella al Felik. Dal rifugio Quintino Sella, presso cui si pernotta se si vuol fare l’escursione in 2 giorni, si risale il Ghiacciaio del Felik passando in fianco alla Punta Perazzi e poi arrivando al colle del Felik (Quota 4061 m) il quale separa il Castore dal Lyskamm Occidentale. Dal colle del Felik inizia la cresta, in alcuni punti affilata ed esposta, che con un paio di saliscendi, conduce in vetta, non indicata, del Castore. Continuano per un breve tratto si arriva alla cornice d’uscita dalla parete Ovest.

In discesa seguire l’itinerario di salita al contrario.

Questa gita alpinistica può essere fatta appoggiandosi al Rifugio Quintino Sella per spezzare in 2 giorni la salita e a discesa, utilizzando anche gli impianti di risalita da Staffal al Colle Bettaforca per avvicinarsi al rifugio. Oppure può essere fatta in giornata con un buon allenamento e preparazione alla quota.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti