Climalab e meteolab al Forte di Bard l’8 e 9 novembre

Di GIANCARLO COSTA ,

Climalab e Meteolab al Forte di Bard
Climalab e Meteolab al Forte di Bard

Due giornate di studio e confronto sul clima che cambia e sull’ambiente al Forte di Bard. Alla decima edizione del tradizionale appuntamento con MeteoLab in programma sabato 9 novembre, si affianca una giornata tutta dedicata ai cambiamenti climatici – Climalab – venerdì 8 novembre. L’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria.

CLIMALAB
Al lavoro per una giustizia climatica
Venerdì 8 novembre 2019.
Il clima è stato considerato per millenni il frutto esclusivo della volontà divina e interpretato negli ultimi tre secoli come un dato scientifico oggettivo e totalmente indipendente dall'azione dell’uomo. Di fronte agli effetti accertati e ormai prevedibili del riscaldamento globale, le condizioni meteorologiche sono invece oggi, incontestabilmente, un sistema che risente anche, e direttamente, dell’azione umana.
Se l’impatto dell’azione umana sul clima è ormai sicuro, tutte le scelte che comportano variazioni climatiche – siano esse compiute da Stati, da imprese o da semplici cittadini – sono fonte di responsabilità. Che ruolo può avere in questo campo la giustizia? Chi può far valere in giudizio le ragioni del diritto riguardo alle responsabilità ambientali e sociali connesse al mutamento climatico? Quali sono gli interessi meritevoli di tutela? Quale giudice può esserne arbitro?
La giornata di studio “Climalab – Al lavoro per una giustizia climatica” mette a confronto studiosi e operatori del diritto dell’ambiente con i soggetti attivi, individualmente o collettivamente, nel campo delle azioni legali sulle questioni relative al cambiamento climatico. Nel corso della giornata saranno illustrate le basi giuridiche internazionali della giustizia climatica, gli attori e gli strumenti del contenzioso climatico (promotori, giudici, procedure e decisioni giudiziali), le principali iniziative in corso in varie parti del mondo (ne sono già state censite oltre novecento) e quelle che si preparano in questo momento, in particolare in Italia e in Europa.

METEOLAB
Neve, ghiaccio e idroelettrico: quale futuro sulle Alpi?
Sabato 9 novembre 2019
Le temperature in aumento, la fusione precoce della neve e la scomparsa dei ghiacciai sempre più causeranno cambiamenti nella stagionalità dei deflussi idrici sulle Alpi. L’acqua sarà più abbondante d’inverno ma più scarsa d’estate, proprio quando maggiore è la richiesta per usi domestici, industriali e agricoli. L’idroelettrico – settore chiave per la produzione di energia rinnovabile e pulita in un’economia da decarbonizzare – dovrà adattarsi ai nuovi scenari modulando con oculatezza la gestione degli invasi. “Meteolab”, giunto alla decima edizione, esplorerà questa sfida con l’intervento di climatologi, nivologi, glaciologi e responsabili di aziende energetiche.

Info:
T. + 39 0125 833818
eventi@fortedibard.it

Fonte Associazione Forte di Bard

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti