Il Club Alpino Italiano è salito al Quirinale per i 150 anni

Di GIANCARLO COSTA ,

L'incontro tra Napolitano e Martini (foto cai.it Paolo Giandotti)
L'incontro tra Napolitano e Martini (foto cai.it Paolo Giandotti)

Il 9 gennaio 2014 il Presidente della Repubblica ha ricevuto la delegazione del Cai, la prima associazione nazionale nata dopo l'Unità d'Italia

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano si è rivolto, al Quirinale, alla delegazione del Club alpino italiano dicendo: "E' molto significativo il fatto che le celebrazioni del vostro Centocinquantenario si siano in qualche modo intrecciate con le celebrazioni del Centocinquantenario dell'Unità d'Italia. Voi siete una grande istituzione nazionale e rappresentate molto di più del solo alpinismo".

Nel corso dell'udienza dedicata al Sodalizio il Capo dello Stato ha posto l'accento sulla crescita negli ultimi tempi "della sensibilità per i valori della tutela dell'ambiente e della salvaguardia del paesaggio e del territorio. Voi ne siete la prova. Cerchiamo di mettere maggiormente in evidenza quello che di positivo si sviluppa e evolve nel nostro Paese o grazie all'impegno dei nostri connazionali". Napolitano è rimasto favorevolmente colpito dalla "bellissima storia della scalata del Monte Ararat", compiuta dai ragazzi dell'Alpinismo giovanile del Cai lo scorso luglio.

In rappresentanza del Cai presenti il Presidente generale Umberto Martini, il Presidente del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico Pier Giorgio Baldracco, il Presidente dell'Associazione guide alpine italiane Cesare Cesabianchi, il Presidente del Club alpino accademinco italiano Giacomo Stefani e la diciottenne Paola Bellotti del Cai Legnano (una delle partecipanti alla spedizione sul Monte Ararat in Turchia) e diversi Presidenti dei Gruppi regionali.

Umberto Martini ha ricordato che nel 2013 "il Cai ha compiuto 150 anni. In questa occasione abbiamo lanciato il messaggio - La montagna unisce - perché le Terre  alte sono una cerniera, non una barriera". Ha poi sottolineato la grande quantità di iniziative locali e nazionali tenutesi nel 2013 che hanno toccato tutto il Paese,  concludendo con "l'impegno del Cai per il futuro immediato e a medio  termine riguarda ambiente, sicurezza, giovani, popolazioni, Europa, formazione e cultura".

Fonte Piemonte Parchi

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti