Coppa del mondo arrampicata: Adam Ondra e Chaehyun Seo conquistano l’oro a Chamonix, la nazionale azzurra si ferma in semifinale

Di GIANCARLO COSTA ,

Podio Coppa del mondo arrampicata Chamonix
Podio Coppa del mondo arrampicata Chamonix

Adam Ondra domina in tutti i turni di gara a Chamonix e sale sul gradino più alto del podio insieme alla coreana Chaehyun Seo.
A Chamonix va in scena una seconda tappa di Coppa del Mondo Lead entusiasmante che vede trionfare per gli uomini, il ceco Adam Ondra mentre per le donne la coreana Chaehyun Seo.
Un fine settimana senza errori per il fuoriclasse ceco che in qualifica conquista il top in entrambe le vie, in semifinale rimane saldo al comando e in finale, nonostante un ottimo Alex Megos, si impone per la vittoria. Medaglia di bronzo per l’austriaco Jakob Schubert.
Ondra, reduce da un infortunio al polso che lo aveva tenuto fuori dalla prima tappa a Villars della scorsa settimana, ha dimostrato di avere recuperato in maniera strepitosa.

Eccezionale anche la coreana Chaehyun Seo che già in qualifica aveva dimostrato di essere in un otitmo stato di forma eguagliando la favorita Janja Garnbret che però si ferma incredibilmente in semifinale cadendo molto presto sotto lo sguardo stupito del pubblico. Un risultato inaspettato per l’atleta slovena che in questa stagione sta inanellando record su record nelle specialità boulder e lead. Argento per la cinese YueTong Zhang e bronzo per l’austriaca Jessica Pilz.

Ancora un week end amaro per la nazionale Italiana, che vede qualificarsi per le semifinali l’atleta delle fiamme oro Stefano Ghisolfi con il 6° posto e l’atleta dell’esercito Marcello Bombardi con il 25°. In semifinale però un errore tecnico costa caro Ghisolfi che termina prematuramente la propria gara al 26° posto mentre, con un’ottima prestazione, Bombardi chiude la gara al 15° piazzamento.

Nella Speed vittoria per l’indonesiano Alfian Muhammad davanti al cinese QiXin Ahong mentre il russo Vladislav Deulin si piazza terzo. Per le donne, primo posto della cinese YiLing Songche ha superato la russa Elizaveta Ivanova, penalizzata per falsa partenza. Terza la polacca Aleksandra Kalucka. Nessun qualificato alle finali di velocità per l’Italia che vede primo tra gli esclusi l’azzurro Gianluca Zodda con il 26° posto.
I risultati degli azzurri:

Speed:
Ludovico Fossali (32°)
Marcello Bombardi (64°)
Francesco Vettorata (73°)
Stefano Ghisolfi (82°)
Elisabetta Dalla Brida (21°)
Laura Rogora (51°).
Lead:
Laura Rogora 28
Claudia Ghisolfi 44°
Ilaria Scolaris 46°
Silvia cassol 51°
Francesco Vettorata 42°
Michael Piccolruaz 78°
Ludovico Fossali 91°

Fonte federclimb

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti