Dolorock Climbing Festival: sport e cultura per l'evento transfrontaliero organizzato da Gamatzn | Outdoor Passion

Dolorock Climbing Festival: sport e cultura per l'evento transfrontaliero organizzato da Gamatzn

Di GIANCARLO COSTA ,

Sector Walter (foto organizzazione)
Sector Walter (foto organizzazione)

Nell'ultimo fine settimana di maggio, dal 25 al 27, si è svolto il Dolorock Climbing Festival organizzato dall'associazione di arrampicata "Gamatzn". In programma, come nelle scorse edizioni, un appuntamento culturale, la gara di arrampicata, l'ormai leggendaria Climber's Party e l'arrampicata per bambini. Il comitato organizzatore è rimasto molto soddisfatto della partecipazione internazionale, dell'alta quota femminile e del raggiungimento del numero massimo di partecipanti. Ha coronato il successo dell'evento la presenza dell'arrampicatore e alpinista David Lama.

Quest'anno il festival è stato inaugurato da un appuntamento insolito: venerdì sera, infatti, gli spettatori hanno potuto seguire un film cult della storia dell'alpinismo (Schrei aus Stein di Werner Herzog) comodamente seduti nelle loro auto. La proiezione è stata preceduta da un'intervista con i due stuntmen. Per creare una vera atmosfera da drive in sono stati offerti popcorn, bevande e hot dog. L'idea si è rivelata un successo: il parcheggio era esaurito fino all'ultimo posto.

Sabato, in diverse palestre d'arrampicata della Val di Landro si è svolto il Red Point Fight. Tra le 10:00 e le 17:00, sotto un sole splendente, gli atleti si sono sfidati nell'arrampicata. Nella categoria professionisti femminile ha trionfato Katrin Mair, mentre al secondo posto si è classificata Carmen Brugger, seguita da Mira Wizemann. Tra i professionisti maschili si è affermato Mark Oberlechner, che si è aggiudicato anche la vittoria generale, davanti a Moritz Sigmund e Alex Walpoth.
Nella categoria juniores, la vittoria femminile è andata a Julia Poppeller, seguita da Maja Gritsch e Maya Klaunzer, nel maschile a Patrick Tirler davanti a Nicolas Zingerle e Daniel Watschinger.
Tra gli uomini 50+ è stato Heli Mühlmann a salire sul gradino più alto del podio. Al secondo posto si è affermato Manfred Wurzer, al terzo Erwin Aberger.
Dopo le premiazioni, nella mitica Dolorock climbers' party con il complesso „Cindy & the rock history“, atleti e spettatori hanno ballato e festeggiato fino a tarda notte. Come tutti gli anni, questo party leggendario è organizzato al Circolo Culturale di Dobbiaco.

Domenica, dalle 8:30 alle 11:00, accanto al campeggio nell'area Dolorock agli atleti è stato proposto un climbers' brunch. Dopo la colazione, "Yoga for climbers" ha contribuito a rigenerare le stanche membra degli atleti. A Sesto si è svolto un appuntamento di arrampicata per bambini molto apprezzato.

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti