Duathlon Paradiso Pavese, vittorie di Huber Rossi e Ilaria Zavanone

Di MARCO CESTE ,

Podio femminile
Podio femminile

Domenica 4 novembre 2012 a San Martino Siccomario, in provincia di Pavia, all’interno della splendida azienda Agricola Paradiso Vecchio di Alberto Fornaroli “Cascina Paradiso”, è andata in scena la dodicesima gara Fitri organizzata dall’Asd Triathlon Pavese in soli quattro anni di attivtà, denominata “4° Duathlon Paradiso Pavese”, Duathlon sprint in mtb con validità rank. Tempo inclemente, fango e acquitrini in ogni punto del percorso totalmente sterrato, pioggia e vento non hanno scoraggiato gli xterristi veri, gli specialisti delle ruote grasse, che forse con un po’ di sana e lucida follia, a volte si augurano tracciati resi ancor più duri da condizioni meteo che ai primi di novembre è facile ritrovarsi. E così per l’ultima gara rank di calendario Nazionale anche questa volta si raggiunge il pieno regime e ben in 196 danno fiducia ad una macchina organizzativa quella del Triathlon Pavese, che è ormai ottimamente collaudata anche in condizione limite, e che da sempre progetta ed organizza gare con l’occhio degli atleti e per gli atleti, con percorsi sempre totalmente chiusi al traffico e presidiati per una gara all’insegna della sicurezza e della non possibilità di errore e alla portata di tutti, in location sempre in mezzo al verde ed alla natura, con pacchi gara e premiazione ricche per tutti, un fiore sempre ad ogni donna iscritta, cronometraggio sicuro ed accurato con tre tempi e con chip, e anche questa volta per finire un Risotto party strepitoso per tutti, atleti accompagnatori e pubblico presente, senza spesa aggiuntiva anche in caso di bis, non precotto ma fatto al momento sotto l’occhio attento dei partecipanti.

“Noi crediamo che le gare vadano organizzate in questo modo, per gli atleti e a favore degli atleti, Noi vogliamo che la gente torni alle nostre gare contenta, e i numeri, rispetto ad altre realtà, ci danno ragione. Sempre più spesso gareggiando troviamo quote sempre più alte giustificate da costi crescenti ma con pacchi gara ridicoli, premiazioni che a malapena premiano il primo di categoria in maniera a dir poco sconsolante, e servizi minimi o inesistenti o peggio a pagamento aggiuntivo. Quest’anno ne ho viste e sentite di ogni colore, anche da società ed organizzatori blasonati e che spesso si vantano di essere i migliori” afferma il Presidente ed organizzatore Andrea Libanore. La gara, divenuta ormai un plus di fine stagione, richiama atleti di fama Nazionale da tutta Italia che si danno battaglia su un terreno normalmente veloce ma per gambe potenti visto alcuni tratti impegnativi per la non scorrevolezza delle ruote grasse su erba in condizioni normali, che quest’anno si è trasformato causa le pioggie insistenti in un vero percorso per xterristi esperti, accentuando le doti dei più forti, ma creando un’ottima palestra naturale per i neofiti. 196 gli iscritti, 174 gli atleti veri e stoici classificati che non si sono fatti intimorire dal meteo, al netto dei non partiti e dei ritirati. Tra questi due nomi eccellenti, Leonardo Ballerini del Triathlon Cremona Stradivari non partito per il riacutizzarsi di un precedente infortunio e Gianluca Silvatico ritiratosi per un problema tecnico nella frazione in mtb quando era nelle primissime posizioni. In campo maschile la gara è stata vinta in maniera netta da Huber Rossi del Piacenza Triathlon che in controllo nella prima frazione di corsa di 3 km, ha staccato tutti nei due giri della frazione in mtb per un totale di 14,7 km, resistendo al ritorno del secondo classificato nel’ultima frazione di corsa di 1,9 km. Huber Rossi chiude primo in 53’24”, seguito da Gabriele Rolla del Peperoncino Triathlon Team che con due ottime frazioni podistiche e difendendosi con i denti nella frazione in mtb, essendo lui uno specialista in bici da corsa e non nelle ruote grasse, chiude in 55’07”. Terzo classificato assoluto tra 146 uomini classificati, con una grandissima frazione in mtb Davide Pagliano dello Junior Club Vigevano in 55’30” è il primo della Provincia di Pavia. Quarto assoluto Massimo Bonetti del Piacenza Triathlon anch’egli autore di una splendida prova in mtb chiude in 55’51”, e quinto Emanuele Stefano del Pianeta Acqua in 56’39”. In campo femminile, tantissime oggi al via ed al traguardo, ben 28, vince Ilaria Zavanone del Torino Triathlon in 1h03’42”, sempre tenuta sotto pressione a breve distanza dalla seconda classificata Angela Serena del Freezone in 1h04’34” e dalla terza classificata Daniela Locarno del Trisport Team in 1h06’08”. Quarta classificata Miriam Chiarini del Gs Manerba in 1h11’13”, quinta classificata e prima della provincia di Pavia Sara Mossolani del Triathlon Pavese in 1h13’03”. La gara era valevole anche per l’assegnazione del titolo di Campione Sociale Duathlon Agegroup 2012 del Triathlon Pavese vinto in campo femminile da Sara Mossolani e in campo maschile da Sergio Bossi 21° assoluto tra gli uomini in 1h01’47”. E per la quinta edizione del 2013… novità in vista.  fotogallery duathlon pavese  classifica duathlon pavese

Ufficio Stampa Triathlon Pavese 



Può interessarti