Duathlon Sprint : vincono Anna Maria Mazzetti e Daniel Hofer

Di ALBERTO ,

duathlon
duathlon

Vincono i tricolori di duathlon sprint Anna Maria Mazzetti e Daniel Hofer, il resoconto della 4^ prova di Circuito nazionale di Duathlon Sprint
Vittoria a Noceto, domenica 11 aprile, dei Tricolori di Duathlon Sprint del carabiniere Daniel Hofer e dell'azzurra delle Fiamme Oro Anna Maria Mazzetti. Un successo meritato e che ha visto entrambi gli atleti protagonisti di ottime prestazioni tecniche. Nella gara maschile l'argento e' andato all'altro carabiniere Massimo De Ponti ed il bronzo ad Andrea Secchiero (Rho T). Nella gara femminile, sul secondo gradino del podio e' salita la siciliana del TD Rimini Maria Alfonsa Sella, mentre la terza piazza e' andata a Daniela Chmet (GS Fiamme Oro).

Ma oltre ai podi, da mettere in evidenza, il successo di partecipazione e di contenuti tecnici della manifestazione organizzata dal CUS Parma, che ha contato oltre 700 presenze, a dimostrazione dell'interesse e della crescita del movimento del duathlon e della riuscita del circuito nazionale. Grandi numeri e tanti nuovi giovani che hanno dato vita ad una giornata di sport con la S maiuscola, sia nel contesto dei tricolori che in quello del circuito nazionale, essendo stata Noceto la quarta delle 5 prove previste.

Ma vediamo ora, le considerazioni specifiche sulla cronaca agonistica di gara, per quanto riguarda, in ordine cronologico di svolgimento, prima le donne e poi gli uomini, illustrate dal CT di settore Andrea Compagnoni:

"La gara femminile ha messo in evidenza quelle che sono state le atlete più attese,le favorite, ossia Anna Maria Mazzetti, Maria Alfonsa Sella, Daniela Chmet, Alice Capone ed Alexa Giussani, subito staccatesi da tutte le altre concorrente fin dal secondo chilometro della frazione podistica; entrate poi compatte in T1 dopo un primo 5000 piuttosto tirato, nonostante il vento a tratti contrario. La frazione in bici è proseguita regolare fino ai primi tratti di falsopiano, dove la Capone ha prova ripetuti attacchi; proprio sul tratto piu' impegnativo la Giussani è stata sorpresa ed ha dovuto cedere al ritmo del quartetto, che ha peraltro continuato con cambi regolari fino alla seconda transizione. Qui si è decisa la gara per Alice Capone, che purtroppo ha commesso un errore che le ha fatto perdere 7/8secondi, mentre le altre sono sono state invece molto rapide: Mazzetti,Chmet e Sella sono state tutte insieme protagoniste dell' 'attacco' conclusivo negli ultimi 2500metri e tutte fianco a fianco fino agli ultimi 400 metri, dove nessuna è sembrata cedere: la Mazzetti e' stata la più rapida e brillante, la Sella sempre spalla a spalla con lei, Daniela Chmet rapida e brillante,dietro la Capone nel tentativo di 'rientrare'. Sono stati proprio gli ultimi metri a decidere la gara, Sella e Mazzetti hanno lanciato la volata, un avvincente testa a testa fino agli ultimi 30 metri, in cui ha visto prevalere una piu' veloce Anna Maria Mazzetti su una comunque bravissima Sella che ha chiuso seconda davanti alla terza piazzata Daniela Chmet.

Nella prova maschile, una gara con tutti i migliori al via che ha delineato la classifica finale fin dalla prima frazione podistica, con un gruppo di 8 atleti staccatosi dagli altri concorrenti. Nel gruppo, tutti i favoriti presenti: Daniel Hofer, Alessio Picco, Massimo De Ponti, Alex Ascenzi, Davide Uccellari, Andrea Secchiero, Alessandro Lambruschini e Danilo Brustolon. Entrati nella T1, dopo nemmeno 1 km, Picco e Hofer hanno sferrato il primo attacco, guadagnando una decina di secondi sugli altri, mentre man mano hanno recuperano il breve svantaggio Massimiliano Sansone ed Alberto Casadei; è stato proprio quest'ultimo, a svolgere 'un gran lavoro' riportando sotto gli inseguitori della testa della gara. La frazione in bici e' stata molto 'muscolare', resa dura dal vento, con Picco che ha tentato un nuovo attacco decisivo ma è stato ripreso dai compagni di fuga. In T2, Hofer e' stato rapidissimo, dimostrando freddezza e superiorita', alle sue spalle De Ponti, Ascenzi e Secchiero sono stati i piu' brillanti e pronti all'inseguimento; a pochi secondi, infilati, Brustolon, Picco, Uccellari (quest'ultimo uscito non bene dalla zona cambio) e Lambruschini.

Il protagonista della gara, Daniel Hofer, ha proseguito la sua azione con decisione ed e' stato imprendibile, dietro De Ponti e Secchiero, staccati di qualche metro, poi Ascenzi e Brustolon, poi il 'rientro' di Uccelari ed a seguire Lambruschini e Picco - quest'ultimo ha pagato indubbiamente i ripetuti tentativi di attacchi in bici).

Una vittoria davvero meritata per il bravo Daniel Hofer, come meritati gli altri 'gradini del podio'."

Fonte : Federazione Italiana Triathlon



Può interessarti