E’ morto Cesare Maestri, il Ragno delle Dolomiti

Di GIANCARLO COSTA ,

Cesare Maestri (foto Mastro Viaggiatore)
Cesare Maestri (foto Mastro Viaggiatore)

E’ morto un pezzo della storia dell’alpinismo, Cesare Maestri, all’età di 91 anni. Nato il 2 ottobre 1929 a Trento, per oltre 40 anni ha vissuto a Madonna di Campiglio, dove aveva aperto un suo negozio. Era soprannominato “Il Ragno delle Dolomiti”, una carriera lunga che avuto la sua più alta espressione sulle Dolomiti, dove ben presto iniziò a scalare in solitaria le pareti e le vie più difficili, diventando uno dei primi ad affrontare il sesto grado, il limite dell’arrampicata negli anni ‘50, realizzando oltre 3500 scalate.

La vita e la storia alpinistica di Cesare Maestri è comunque associata al Cerro Torre in Patagonia. Nel 1959 la prima conquista del Cerro Torre, con la tragedia della morte di Toni Egger e la successiva polemica sull’effettiva veridicità del successo della cima. Quindi la sua ripetizione nel 1970 con la salita realizzata con il famoso compressore e terminata sotto il fungo di ghiaccio che forma la vetta della montagna.

Sicuramente ha tenuto fede al suo motto: “L’alpinista più bravo è quello che diventa vecchio”.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti