Gli Eporedia Active Days sono pronti ad accogliere appassionati e praticanti degli sport outdoor. Dall'11 al 14 giugno quattro giorni di spettacolo e divertimento.

Di GIANCARLO COSTA ,

Aporedia Active Days kayak
Aporedia Active Days kayak

Mancano solamente 3 settimane e poi inizierà l'attesa edizione 2015 degli Eporedia Active Days. Tante le novità in programma, ma anche le conferme, per un evento che ogni anno cresce in qualità e in numeri. Anche per questa edizione sono previste prove di altissimo livello tecnico che regaleranno adrenalina, emozioni e divertimento. Non mancheranno le esibizioni, i momenti di festa, eventi per i bambini e gli spazi commerciali. Ivrea diventerà per un intero week end il centro dello sport outdoor.

Iniziamo dalle conferme: come ogni anno, agli Eporedia Active Days uno dei momenti più attesi e spettacolari sarà rappresentato dalle gare di kayak, per le quali si ritrovano alcuni fra gli atleti più forti e conosciuti del panorama internazionale. Anche quest'anno, sarà la splendida località valdostana di Pontboset, con le acque del torrente Ayasse, a ospitare le prime prove. Poi, le gare si trasferiranno a Ivrea sulle acque della Dora Baltea. Ivrea, che accenderà le luci del centro storico il venerdì sera per illuminare lo spettacolo di una disciplina che è ormai diventata fra le più apprezzate e seguite degli Eporedia Active Days: lo Street Boulder. Centina di ragazzi e ragazze provenienti da varie regioni, mostreranno le loro abilità nello scalare i muri degli edifici cittadini.

Non mancherà neanche quest'anno la prova per gli appassionati della corsa in natura: la Active Run. Una corsa per gli amanti del trail running che prevede una lunghezza di 18,4 chilometri, su un tracciato misto fra asfalto e sterrato, con passaggi collinari che offriranno anche splendide vedute. Un tracciato non troppo impegnativo, con un dislivello che permetterà anche ai runner meno pronti di prendere parte alla gara.

Verrà riproposto anche il divertimento dell'Orienteering, con un'interessante novità. Quest'anno, infatti, sarà possibile partecipare scegliendo una fra le varie modalità: solo di corsa, solo in MTB, corsa più MTB o a staffetta. E dopo la prima edizione dello scorso anno che aveva riscosso tanto successo e portato tanta emozione, verrà riproposta anche la prova di Boulder, con il memorial Tito Traversa. Per questo appuntamento, sono attesi atleti di livello nazionale e internazionale.

Passiamo ora alle novità: grazie alla collaborazione don l'associazione Torino Sul Filo, gli EAD hanno introdotto la disciplina dello Slacklining, vale a dire quello spettacolare e difficile esercizio che consiste nel camminare in equilibrio su un filo teso a una certa altezza da terra. Un'esibizione che lascerà gli spettatori senza fiato. Verrà poi riproposto il Parkour, ma la grande novità è che sarà effettuato un workshop con istruttori di fama nazionale e la partecipazione è completamente gratuita. E infine due bellissime novità che faranno divertire e non solo: lo Street Food, che fornirà cibo e bevande a tutti coloro che saranno presenti allo Stadio della Canoa, centro logistico degli EAD, e il concerto del sabato sera che vedrà protagonisti i Monelli Antonelliani, organizzato in collaborazione con Miscela.

Ce ne sarà davvero per tutti i gusti! Gli EAD anche quest'anno saranno un evento per atleti, appassionati e amanti dello sport di ogni età.

Di Marco Ceste – Ufficio Stampa EAD

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti