Europei Under 23 e Junior di velocità, l'Italia inizia bene

Di MARCO CESTE ,

Un eccellente esordio per l’Italia agli europei under 23 e junior di canoa sprint le cui gare sono cominciate ieri mattina a Montemor o Velho, in Portogallo. Nella giornata dedicata esclusivamente alle batterie sui 1000 e sui 500 metri gli azzurri hanno ottenuto cinque vittorie e un terzo posto che valgono il passaggio diretto alle finali. Subito a segno, nel K1 1000 junior che ha aperto la rassegna portoghese, Antonio Di Caterino (Fiamme Gialle) che nella sua batteria ha sopravanzato il ceco Radek Louf. E di altrettanti successi sono stati successivamente autori il K4 1000 under 23, con Nicola Ripamonti (Fiamme Gialle), Matteo Florio (LNI Mantova), Lorenzo Zeni (Sestese) e Mauro Crenna (Sestese), Irene Burgo (Siracusa) nel K1 500 junior donne, il K4 500 junior donne con la stessa Burgo, in equipaggio con Agata Fantini (Verbano), Francesca Capodimonte (Sabazia) e Federica Nolè (Verbano), e il K2 500 junior di Michele Giachetto (S.Donà) e Giorgio Riccardi (Fiamme Gialle)

Terzi, ma si qualificavano i primi tre, Nicolae Craciun (Aniene) e Luca Ferraina (Mergozzo) nel C2 500 junior. Tutti gli altri equipaggi dovranno vedersela domani con le semifinali. Anche se alcuni la qualificazione diretta oggi l’hanno veramente sfiorata. Come Andrea Fattalini (Mergozzo) e Luca Fiorentino (Posillipo), secondi nella batteria del K2 1000 junior, lo stesso Di Caterino, secondo nella batteria del K4 1000 junior insieme con Matteo Torneo (Siracusa), Giachetto e Riccardi.

‘’Con sei finali conquistate e buone opportunità ancora da cogliere direi che abbiamo avuto un debutto molto positivo in questi europei – conferma il team leader della spedizione azzurra Gianpiero Di Giuseppe-. Abbiamo visto barche che si sono adattate subito bene al campo e alle condizioni di gara e hanno espresso il loro valore. Altre possono sicuramente fare meglio e lo vedremo già nelle semifinali’’.

Federcanoa.it



Può interessarti