Fra cielo e abisso - Carlo Virando alpinista, da Viù al Club Alpino Accademico Italiano

Di GIANCARLO COSTA ,

Fra Cielo e Abisso Carlo Virando alpinista
Fra Cielo e Abisso Carlo Virando alpinista

L’alpinismo degli scarponi chiodati, delle corde di canapa, degli interminabili avvicinamenti alle pareti, dei primordi dello scialpinismo, rivive nel libro edito dalla Società Storica delle Valli di Lanzo - Fra cielo e abisso. Carlo Virando alpinista, da Viù al Club Alpino Accademico Italiano, che Marino Periotto ha dedicato alla figura di Carlo Virando (1884-1980), originario della frazione Balma di Viù (Valli di Lanzo).

Grazie ai suoi diari e alle sue suggestive foto, vengono vividamente ricordate le notevoli imprese alpinistiche che Carlo Virando portò a termine, in Italia e all’estero, insieme ai compagni del Club Alpino Accademico Italiano.
Un gruppo elitario, quello dell’Accademico, riservato ai migliori alpinisti che arrampicavano senza l’aiuto delle guide alpine. Virando ne fu parte attiva fin dalle origini all’inizio del Novecento, ed ebbe la ventura di partecipare ancora alla storica votazione che nel 1977 sancì finalmente la possibilità anche per le donne di entrare a far parte del sodalizio.
A suo merito va rilevato che, pur non disponendo di grandi possibilità economiche rispetto alla maggior parte dei suoi consoci, riuscì a conseguire ottimi risultati nella sua lunga carriera alpinistica, che superò le due guerre mondiali (nella prima fu istruttore di sci per le truppe alpine), consentendogli di vivere da vicino l’evoluzione che l’alpinismo conobbe nel corso dei decenni.

A presentare il libro, nell’ambito della rassegna Leggere le montagne, sarà Matteo Enrico, esponente del Gruppo Occidentale del Club Alpino Accademico Italiano.
Insieme a lui l’autore Marino Periotto, socio della Società Storica delle Valli di Lanzo e del GISM - Gruppo Italiano Scrittori di Montagna, mostrerà una serie di foto d’epoca opera di Carlo Virando, utili per confrontare ambienti, personaggi, tecniche di arrampicata così diversi da quelli attuali.
Ezio Sesia, presidente della Società Storica delle Valli di Lanzo, ricorderà Carlo Virando come sciatore e scialpinista.
Emanuela Lavezzo, direttrice del Museo Civico Alpino “Arnaldo Tazzetti” di Usseglio, fornirà alcune anticipazioni sulla mostra dedicata a Carlo Virando, con fotografie inedite, che il museo della Valle di Viù proporrà nell’estate 2019.

LEGGERE LE MONTAGNE
a cura della Biblioteca Nazionale del Club Alpino Italiano
con il Museo Nazionale della Montagna
Museo Nazionale della Montagna - Sala Stemmi
Sabato 23 marzo 2019, ore 17.30 - ingresso libero
Informazioni: biblioteca@cai.it – tel. 011 6603849

Fonte Museo Nazionale della Montagna

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti