I due fili della mia esistenza di Massimo Mila, al Museo Nazionale della Montagna sabato 10 novembre

Di GIANCARLO COSTA ,

Massimo Mila (foto cai uget)
Massimo Mila (foto cai uget)

A trent’anni dalla morte di Massimo Mila il COE - Centro Operativo Editoriale del Club Alpino Italiano celebra il grande critico musicale e alpinista accademico pubblicando un’ampia selezione degli Scritti di montagna (Einaudi, 1992), da tempo esauriti, oltre ad altri scritti di varia provenienza, alcuni inediti.

Il libro è stato curato da Valter Giuliano con il coordinamento editoriale di Anna Girardi e Gianluigi Montresor.
La prima parte è dedicata alla complessa figura di Mila, attraverso scritti sulla filosofia e sulla letteratura di montagna, sul suo rapporto con il CAI e con il CAAI (Club Alpino Accademico Italiano) e sul suo impegno civile.
La seconda parte, più alpinistica, propone una nutrita serie di récit d’ascension suoi personali, oltre al commento a libri e imprese di altri alpinisti, tra cui Chabod, Boccalatte, Messner.

Apre l’opera, un’ampia serie di prefazioni: oltre al saggio introduttivo dello storico Alessandro Pastore, le prefazioni storiche dell’edizione 1992 (Italo Calvino e Gianni Vattimo) e un aggiornamento dello stesso filosofo Gianni Vattimo; infine, una nota introduttiva dei curatori.

L’edizione, inserita nella collana dei libri CAI dedicati ai “Personaggi”, è arricchita da un inserto fotografico di 16 pagine, per lo più inedite, provenienti dal fondo archivistico della vedova Anna Giubertoni Mila, che ha generosamente messo a disposizione foto, taccuini, documenti, testimonianza del grande lascito alpinistico, oltre che intellettuale e morale di Massimo Mila.

Fonte museomontagna

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti