I mondiali di monopattino sono terminati nel segno del finlandese Kai Immonen e dell'olandese Wenda Zuiddam

Di GIANCARLO COSTA ,

01-Le-Olandesi-sul-podio-della-Endurance-37-km
01-Le-Olandesi-sul-podio-della-Endurance-37-km

Quarta edizione dei Campionati Mondiali di monopattino in quel d'Ivrea, con una buona partecipazioni di atleti stranieri, dai cugini francesi, ai lontanissimi australiani, ai numerosi olandesi e ai tostissimi finlandesi. Grande lavoro organizzativo del Gruppo Sportivo Avis e di tutti i volontari che si sono dedicati in questi 3 giorni di scoperta e promozione di questo sport, che sa unire divertimento e agonismo, fino alla bella serata finale culminata nel concerto dei Divina.La gara finale di sabato pomeriggio era la 37 km, 10 giri in un anello nella zona di San Lorenzo, con tanto di suggestivo passaggio a bordo lago San Michele.

Come detto finlandesi tosti e per  Kai Immonen tra i Senior e Hannu Vierikko tra i Veterani le vittorie diventano 4, un filotto riuscito anche al danese Chistian Iversen tra gli junior.

Dopo i primi giri in gruppo Kai Immonen si portava al comando insieme al Ceco Richard Ijsl, che staccava progressivamente nei giri finali. Per il podio lotta a tre, con il rappresentante della Repubblica Ceca Odvarka che precede l'azzurro Igor Ricci all'ennesimo quarto posto di questi campionati, mentre la quinta piazza va al Kuisma.

La prova Endurance non prevede l'assegnazione del titolo per la categoria Cadetti, ma i più giovani atleti si sono comunque cimentati sulla "lunga distanza". Ha prevalso Marek Kadlec (Repubblica Ceca) sull'Italiano Giacomo Bona.

L'eroina delle gare femminili è stata la bella e brava olandese Wenda Zuiddam (Olanda), al terzo titolo della rassegna iridata. Tra le Veterane, terzo successo mondiale Ivana Dvorakova, con l'azzurra Alicia Stojanik seconda, mentre tra le Junior si è imposta l'olandese Maxime Reijne anche lei al terzo titolo in tre giorni.

Nella gara cadette, anche senza titolo in palio, si è imposta la "tulipana" Anne Nap.

In allegato la classifica completa.

A breve online la galleria fotografica dell'evento.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti