Itinerario Escursionismo - Testa Grigia (3315 m) - via Alpenzù, Colle Pinter - Gressoney Saint Jean (Valle d'Aosta)

Di GIANCARLO COSTA ,

apertura.jpg
apertura.jpg

INIZIO ESCURSIONE: Gressoney Saint Jean - Loc. Chemonal (1415 m)

ACCESSO: Autostrada Torino-Aosta, uscita Pont Saint Martin, strada ss 505 della valle di Gressoney, passare Gressoney Saint Jean dopo frazione Chemonal fermarsi al parcheggio di riferimento per il rifugio Alpenzù

DISLIVELLO: 1900 metri

ATTREZZATURA: Normale attrezzatura da escursionismo (pedule, zaino, giacca a vento) o da corsa in montagna e skyrunning (zainetto o marsupio con abbigliamento lungo supplementare)

CARTOGRAFIA: IGC MONTE ROSA scala 1:50000

INDIRIZZI UTILI: ATP Monte Rosa Walzer, strada Reg. n° 44 Gressoney Saint Jean tel 0125355185

Società Guide di Gressoney loc. Tache 11 Gressoney la Trinità tel 0125366280

Soccorso alpino tel 118

DESCRIZIONE ITINERARIO

Il Testa Grigia (quota 3315 m) è una bella vetta che domina la valle di Gressoney e dalla cui cima si può vedere il panorama a 360° delle montagne della Valle d'Aosta, dal Monte Rosa, al Cervino, al Monte Bianco, al Gran Paradiso. Per arrivare alla partenza dell'escursione, occorre uscire a Pont Saint Martin sull'autostrada Torino-Aosta, risalire la valle di Gressoney, passare Gressoney Saint Jean e circa 2 chilometri dopo, in località Chemonal, fermarsi al parcheggio di servizio (quota 1415 m) della località Alpenzù Grande e dell'omonimo rifugio. Da qui partire salendo per un ripido sentiero che porta ad Alpenzù (quota 1779 m), passare tra le case e la fontana, che può servire per rifornirsi d'acqua, quindi risalire sulla sinistra, seguendo le indicazioni per il Colle Pinter, passando per le baite dei pastori, come quelle dell'Alpe Loache (quota 2355 m). La parte finale del sentiero che porta al Colle Pinter (2777 m) diventa abbastanza ripido. Dal colle, che separa la valle di Gressoney da quella d'Ayas, proseguire piegando sulla destra, risalendo i ripidi pendii e un canalone, che portano al bivacco Lateltin (quota 3120 m) e proseguendo per la cresta in cima al Testa Grigia. Per il tempo di percorrenza, il calcolo è lasciato alle proprie capacità individuali, il dislivello complessivo è di 1900 metri. Per la discesa seguire a ritroso il percorso di salita.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti