Ivrea: 7-8 luglio lo spettacolo internazionale della canoa slalom

Di MARCO CESTE ,

kayak dora baltea
kayak dora baltea

Si svolgerà nel week end del 7-8 luglio a Ivrea, sulle acque della Dora Baltea presso lo Stadio della Canoa, una prova di livello internazionale di canoa slalom. Un evento che non è certo una novità per la città simbolo del territorio del Canavese, in quanto a Ivrea si è disputata la Coppa del Mondo di canoa nel 2007, i mondiali nel 2008 , le edizioni 2009, 2010 e 2011 dei Teva Extreme Outdoor Games e l’edizione 2012 degli Eporedia Active Days, eventi che hanno ospitato i campionati del mondo di kayak freeride.

Lo Stadio della Canoa rappresenterà quindi per l’ennesima volta il suggestivo centro logistico delle gare, le quali si svolgeranno sulle acque della Dora Baltea, fiume che taglia in due la città di Ivrea e che rappresenta un campo di gara naturale fra i più apprezzati dai canoisti di tutto il mondo. Infatti, sono proprio stati atleti e addetti ai lavori che hanno più volte definito il tracciato eporediese come uno dei più tecnici e spettacolari per la canoa, a livello internazionale.

Questo grande evento sarà reso possibile grazie all’impegno organizzativo dell’Ivrea Canoa Club, che rappresenta un vero e proprio punto di riferimento per uno sport che è ormai conosciuto, seguito e consolidato. Ivrea ha infatti una lunga storia canoista, che nasce addirittura negli anni ’40 del secolo scorso quando Giulio Valzolgher iniziò a diffondere in città la passione per la canoa, con le sue prime discese sulle acque della Dora. Una passione che ha contagiato Ivrea, soprattutto quando nel 1952 Valzolgher compì una grande impresa: discendere la Dora Baltea ed il Po fino a Venezia, pagaiando su una canoa biposto per circa 700 chilometri. Fu veramente l’inizio: con la popolarità dell’impresa, crebbe la curiosità ed aumentò il numero di quelli che si avvicinarono a questo nuovo sport. Da qui, si iniziò a fare sul serio: nel 1956 fu disputata la prima gara di canoa e molte ne seguirono negli anni successivi. Nel 1959 si tenne il raid Ivrea-Trieste, nel 1960 l’Ivrea Canoa Club entrò nella Federazione Italiana Canottaggio e nel 1963 un eporediese, Antonio Martinelli, partecipò per la prima volta a un Campionato Mondiale. La canoa è ormai entrata nel cuore di Ivrea e degli eporediesi.

Gli atleti dell’Ivrea Canoa Club possono vantare molti titoli italiani e hanno partecipato a numerosi campionati europei, mondiali e Olimpiadi. Da ricordare l’argento ai campionati del mondo junior in Spagna del 1988: prima medaglia vinta dall’Italia in una manifestazione iridata di slalom. Alcuni dirigenti sono poi diventati consiglieri federali e altri ancora allenatori, direttori tecnici, giudici ed  arbitri, tutti a livello sia nazionale che internazionale.

E la storia continua, con le gare di slalom del 7-8 luglio. Un week end che sarà anche un’occasione per visitare, vivere e godere il territorio canavesano. Una zona di Piemonte, nelle vicinanze di Torino, che è adatta agli amanti dello sport, della natura, della montagna e della vita all’aria aperta. Ivrea e i piccoli comuni circostanti offrono davvero molto a livello di ricettività, grazie a un’ottima organizzazione turistica che garantisce efficienza ed accoglienza. Il territorio del Canavese e la città di Ivrea offriranno diverse opportunità agli amanti della canoa, dello sport e della natura: sarà possibile unire all’agonismo delle gare del 7-8 luglio, il fascino di paradisi incantati nei quali rilassarsi e vedere le bellezze della storia e degli ambienti naturalistici che caratterizzano questo bellissimo angolo del Piemonte.



Può interessarti