Karl Unterkircher Award: il 6 luglio una serata dedicata alla memoria dell’alpinista di Selva di Val Gardena

Di GIANCARLO COSTA ,

Karl Unterkircher.jpg
Karl Unterkircher.jpg

A quattro anni dalla tragica scomparsa durante la spedizione sul Nanga Parabat (Pakistan) di Karl Unterkircher, il 6 luglio alle 21.00 presso la Casa della Cultura di Selva di Val Gardena si terrà la premiazione dell’eccellenza dell’alpinismo. Trattandosi di un evento biennale, il Karl Unterkircher Award è rivolto agli alpinisti che si sono distinti per particolari abilità o perché hanno preso parte a spedizioni di grande valore tra il 2010 e il 2011.

Per questa edizione, i candidati a ricevere l’ambito premio sono tre: la spedizione della 1^ascensione Invernale Gasherbrum II 8035 m (Pakistan), il gruppo che tra luglio e agosto del 2010 nelle Big Walls (Groenlandia) ha aperto 9 nuove vie (per cui nel 2011 ha vinto anche il Piolet d’Or) e le tre alpiniste donne che l’estate scorsa, dopo 38 giorni in parete, hanno aperto una via nuova sulla parete nord ovest del Great Trango Tower 6286m (Pakistan).

Nel corso della serata sarà possibile vedere i filmati e le diapositive che testimoniano le imprese degli alpinisti candidati, dopodiché la giuria, composta da nomi noti nell’alpinismo come Christoph Hainz, Silvio Mondinelli, Ivo Rabanser, Carlo Caccia e Oswald Oelz, Presidente della Giuria 2012, decreterà il vincitore che si aggiudicherà il premio.

Kurt Diemberger, unico alpinista ad aver scalato due ottomila in prima assoluta, insieme a Tempa e Subin Thakuri, due sherpa che hanno conosciuto Karl Unterkircher nel Nepal, saranno gli ospiti d’onore della serata.

Il costo dell’ingresso al Karl Unterkircher Award è di 15,00 Euro e i biglietti sono acquistabili in prevendita presso le tre associazioni turistiche della Val Gardena oppure online su shop.valgardena.it.

Il fatto che la Val Gardena possa vantare personaggi d’eccellenza mondiale nell’alpinismo, proprio come lo era Karl Unterkircher, è dovuto sicuramente alle Dolomiti, che sono una splendida palestra naturale “a disposizione” per chi desidera misurarsi con la montagna, sia scalando sia facendo escursioni. Un altro esempio emblematico nella storia dell’alpinismo e della Val Gardena è rappresentato da Emilio Comici, podestà del Comune di Selva Gardena fra il 1938 ed il 1940, che ha realizzato oltre duecento prime nelle Dolomiti, fra cui il “Salame” nel gruppo del Sassolungo.

E’ proprio la presenza di montagne così affascinanti e imponenti che invita gli amanti della sfida a cimentarsi nell’arrampicata. Per questo, le Guide dell’Associazione Guide Alpine della Val Gardena e la Scuola di alpinismo Catores mettono a disposizione la loro competenza e professionalità nell’accompagnare chiunque abbia voglia di provare l’emozione di arrampicarsi sulla montagna, per la prima volta o per chi è già appassionato, per i grandi ma anche per i più piccoli. Numerose sono le proposte di corsi collettivi e individuali, con programmi giornalieri o di più giorni per escursioni su sentieri di alta montagna, vie ferrate, scalate e altre attività come passeggiate per ammirare la flora e la fauna di questa valle meravigliosa o il Parco Naturale Puez-Odle (per informazioni: www.guidegardena.com, www.catores.com, www.dolomitesalpine.it).

Infine, il facile approccio all’arrampicata in Val Gardena è dovuto anche alla presenza sul territorio di numerose palestre indoor, che offrono corsi per imparare e perfezionare la tecnica e per la sicurezza.

Fonte Ufficio Stampa Press Way

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti