La Sportiva incontra il climber James Pearson per il nuovo episodio di Strange Heroes

Di GIANCARLO COSTA ,

James Pearson La Sportiva Strange Heroes (2)
James Pearson La Sportiva Strange Heroes (2)

Per tutti gli appassionati della miniserie firmata La Sportiva “Strange Heroes”, è in arrivo un nuovo episodio. Ad inaugurare questo ritorno sugli schermi ci penserà James Pearson, pronto a confidare come fare del cambiamento e dello scorrere del tempo il trampolino di lancio perfetto per scoprire e superare i propri limiti.

L’azienda di Ziano di Fiemme prosegue con la webseries che, episodio dopo episodio, mira a scoprire cosa spinge davvero un climber nella ricerca costante del superamento del proprio limite. Unendo computer grafica, linguaggio fumettistico a storie verticali dall’appeal incontrastato, La Sportiva si spinge al cuore degli arrampicatori e ai “mostri” che ognuno di loro porta dentro di sé raccontando, grazie alla visione dello studio creativo Sfelab, la costante motivazione al superarsi, e a spingere la propria ricerca sempre un po’ più in là.

Oggi è arrivato il momento di incontrare James Pearson, per capire cosa si cela dietro la sua passione per il climbing: “la ricerca di qualcosa, qualcosa che non è ben comprensibile nemmeno a me (…) è solo qualcosa che faccio perché sento di doverlo fare”. Attraverso la narrazione, scopriremo un James diverso dal climber coraggioso e simpatico a cui siamo abituati. Sotto l’umorismo british che lo contraddistingue, si cela il timore del tempo che scorree dei cambiamenti che esso porta con sé. Quello stesso tempo che, ironia della sorte, gli ha permesso dopo tanti anni di trovare nuovi significati alla propria passione, seppur diversi da quelli che aveva fino ad ora cercato.

Una webseries divertente e seria al tempo stesso, che questa volta affronta il tema della crescita e delle sfide che essa porta con sé, dimostrandoci come, talvolta, le nostre paure si possano rivelare terreno fertile per la nascita di nuove opportunità.

Visivamente forte e curata nei minimi particolari, anche questo episodio realizzato dallo studio Sfelab è rigorosamente Made in Italy.

Seguite il canale Youtube de La Sportiva e la playlist “La Sportiva Strange Heroes“ per vedere tutti gli episodi!

Il protagonista: James Pearson

Classe 1985, il britannico James Pearson intraprende la sua prima avventura nell’arrampicata su roccia all’età di 15 anni. Dopo aver mosso i primi passi nel Peak District, vicino alla sua casa di famiglia, passa in breve tempo all'esplorazione di pareti e montagne in luoghi esotici di tutto il mondo, dalla Tazmania alla Tailandia.

Con instancabile entusiasmo ed un’innata capacità di muoversi sulla roccia, ben presto affronta alcune delle rotte tradizionali più difficili, spostando gradualmente la sua attenzione per includere boulder, sport e multi-pitch e continuando ora la sua ricerca per scalare l'hard rock in tutto il mondo.

Tra i suoi risultati sportivi più memorabili si annovera la sua salita nel 2008 lungo la strapiombante via "The walk of life", unica via in Gran Bretagna valutata con grado E12 7a. Nel 2011 porta a compimento l’arrampicata sui 55 metri dell'Arco di Bishekele nel deserto dell'Ennedi, in Ciad. Nel 2012 sale il suo primo 9a, Escalatamasters nella falesia di Perles in Spagna. Anche il 2014 si rivela un anno ricco di traguardi chiudendosi con la salita a Raphsody, il primo E11 al mondo, e la lampante ascesa di Somethings Burning E9 7a, in Stennis Ford, Pembroke.

Nel 2017 James passa alla storia per aver liberato Power Range, una durissima via trad gradata 5.14R a Chattanooga, nel Tennessee, e per aver liberato Le Voyage, via di 8b+ ad Annot, settore Chambre du Roi, al momento nota per essere la via trad più dura di Francia.

Nel 2019, infine, con la compagna Caroline Ciavaldini, anch’essa nota scalatrice, porta a compimento la sua impresa più soddisfacente con l’arrivo in famiglia del loro piccolo Arthur. Che un nuovo climber sia arrivato tra noi? Lo scopriremo solo vivendo!

Guarda il video: https://www.youtube.com/watch?v=1PqIxxlDQLg

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti