Londra 2012: nel K1 Daniele Molmenti si qualifica per le semifinali. Fuori Stefano Cipressi

Di MARCO CESTE ,

daniele molmenti
daniele molmenti

Daniele Molmenti in semifinale nel K1, Stefano Cipressi primo degli esclusi nel C1. E’questo il bilancio della prima giornata di gare per la canoa slalom italiana a Londra 2012.

Nel K1 maschile il pordenonese Daniele Molmenti chiude la prima run con il tempo di 91.40 migliorandosi nella seconda frazione grazie ad un 88.68 che gli permette di entrare nei quindici semifinalisti. Il suo è il nono riscontro cronometrico di giornata nella prova vinta in 83.49 dal tedesco Hannes Aigner. Senza particolari patemi d’animo la prova del portacolori del Corpo Forestale dello Stato che incappa in una penalità alla porta numero venti ma sarà nuovamente in gara nelle semifinali di mercoledì 1 agosto.

“Nella prima run non sono riuscito ad esprimermi al meglio – afferma Daniele al termine della sua giornata di gare – non so sinceramente il perché. Ciò che conta però è che nella seconda sono andato decisamente meglio, ero un po’preoccupato dal vento ma sono riuscito comunque ad esprimermi positivamente e il risultato è arrivato. Il tracciato mi piace anche se alcune porte decisive sono piazzate in corrispondenza di onde piuttosto imponenti. Nonostante ciò ho fatto segnare il secondo miglior tempo, escludendo le penalità, e questo mi rende felice”.

Nulla da fare invece per il bolognese della Marina Militare Stefano Cipressi che nel C1 chiude al tredicesimo posto, sfiorando di 33 centesimi l’accesso alla semifinale alla quale sono approdati in dodici. 96.40 il tempo di Cipressi nella prima prova che nella seconda non riesce a migliorarsi e si vede costretto dunque a chiudere dopo le qualifiche la sua avventura olimpica londinese. A vincere la qualifica del C1 è lo slovacco e due volte campione olimpico Michal Martikan che nella seconda run ferma il cronometro sul 90.56, davanti allo sloveno Benjamin Savsek e al sorprendente giapponese Takuya Haneda.

“Ho lottato per arrivare a Londra 2012 e già essere qui è stato per me un grande risultato – afferma Stefano Cipressi a fine gara – è chiaro però che l’appetito vien mangiando e avrei sperato di riuscire a fare qualcosina di più. Passare dal K1 al C1 in poco tempo non è stato semplice ma smaltita la delusione del momento, ricorderò Londra 2012 come un qualcosa di davvero emozionante”.

Domani sono in programma le qualifiche del K1 donne e del C2. Due gli equipaggi in gara: Clara Giai Pron (piemontese del Cus Torino) nel K1 e il duo del CC Bologna composto da Pietro Camporesi e Niccolò Ferrari nel C2.

21 le partenti nel K1 con le migliori 15 che accedono alla semifinale; 12 invece gli equipaggi nel C2 con i migliori 10 che approderanno alla semifinale.

Ufficio Stampa Federcanoa



Può interessarti