A Melloblocco Michael Piccolruaz e Giorgia Tesio Campioni Italiani Boulder

Di GIANCARLO COSTA ,

Melloblocco 2017 (foto dell'orto opencircle)
Melloblocco 2017 (foto dell'orto opencircle)

La 14a edizione di Melloblocco, il più grande raduno di boulder e arrampicata nel mondo, si è conclusa il 14 maggio in Val Masino – Val di Mello. 2700 Gli scalatori registrati, 8000 circa le presenze inValle e, come ogni anno, quella passione che lo rende unico.
Perchè Melloblocco non è una gara. Melloblocco è un “momento di incontro” per i climber che, ogni anno, partecipano. E lo fanno semplicemente perchè Melloblocco è condivisione e felicità (#mellosmile è l’hashtag del photocontest di quest’anno).
Il programma di quest’anno ha incluso, come preannunciato, il Campionato Italiano Boulder organizzato da FASI (Federazione Italiana Arrampicata Sportiva) e molti altri eventi collaterali e spettacoli serali: con Rolando Larcher, Robert Jasper, Stefano Ghisolfi, Gabriele Moroni, Jernej Kruder e gli scalatori dei Ragni di Lecco Paolo Marazzi, Matteo Della Bordella e Matteo De Zaiacomo.
Protagonisti sono stati anche il contest organizzato da Zlagboard e I test field che si sono tenuti in falesia, al Sasso Remenno, e all’interno, presso la palestra del Centro Polifunzionale. Per non dimenticare gli incotri di MelloYoga e la “Festa di Compleanno di Climbing Radio”. Il concorso Mellojunior, dedicato ai ragazzi sotto i 14 anni è stata la new entry, insieme ai già rodati Mellobaby per i bambini, Mello-FA (First Ascent) per i principianti e coloro che volevano provare a scalare accompagnati Guide Alpine di Val di Mello.

Il contest sui blocchi a Montepremi
Sui massi tracciati da Simone Pedeferri, Jorg Verhoeven e Anthony Gullsten hanno chiuso 11 boulder su 12, seguiti da Alex Megos con 10.
Tra le donne ha primeggiato una superba Barbara Zangerl, con 11 blocchi risolti su 12, seguita da Lara Neumeier con 7 e Madeleine Eppeinsteiner con 6.

Il Campionati Italiano Boulder organizzato da FASI
Più di 150 ragazzi e ragazze presenti alle qualifiche. Ma ad avere la meglio su tutti e passare nella finale di sabato sono stati 6 uomini e 6 donne: Gabriele Moroni, Riccardo Piazza, Michael Piccolruaz, Marcello Bombardi, Matteo Manzoni e Filip Schenk per gli uomini e Andrea Ebner, Miriam Fogu, Camilla Moroni, Annalisa De Marco, Laura Rogora e Giorgia Tesio per le donne.
Il titolo di quest’anno è andato a Michael Piccolruaz e Giorgia Tesio, seguiti da Matteo Manzoni e Andrea Ebner (2 ° posto) e Riccardo Piazza e Camilla Moroni (3 ° posto).

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti