Mondiali Maratona di canoa a Roma: argento nel K2 per Stefania Cicali e Anna Alberti

Di MARCO CESTE ,

Stefania Cicali e Anna Alberti
Stefania Cicali e Anna Alberti

Il mondiale di canoa maratona di Roma regala all’Italia un’altra medaglia pregiata, dopo l'argento individuale di Stefania Cicali. E’quella d’argento che mettono al collo Stefania Cicali e Anna Alberti nella sfida del K2 senior donne. Le azzurre rimangono appaiate fino alla fine alle ungheresi Renata Csay e Ramona Farkasdi in una gara mai scontata e ricca di colpi di scena. Le magiare vincono in 1:54.41 con le azzurre staccate di appena nove secondi.

Ottave al primo passaggio con 47 secondi di ritardo dalla leadership le azzurre recuperano terreno nel secondo giro di gara andando in fuga assieme a due equipaggi magiari. Quello di Csay/Farkasdi medaglia d’oro e quello di Reka Hagymasi e Vanda Kiszli che alla fine chiuderanno con il bronzo.

Una sfida tiratissima, con le azzurre costrette a difendersi dal gioco di squadra delle magiare che prima, durante e dopo i trasbordi cercano in tutti i modi di staccare le italiane, caparbie invece a rimanere in scia senza deconcentrarsi ne lasciarsi abbattere dalla vicinanza ai due forti equipaggi avversari. Al quarto e quinto giro le azzurre prendono la testa cedendo poi allo sprint finale.

Stefania Cicali, toscana in forza alle Fiamme Azzurre già ieri aveva messo al collo l’argento nel K1 donne. Oggi il bis nel K2: “La medaglia conquistata oggi è ancora più bella rispetto a quella di ieri – sottolinea la fiorentina – oggi abbiamo messo in acqua una grande gara, fatta di tecnica e tenacia. L’unione che ci lega è uscita fuori oggi in questa gara, siamo soddisfatte e felici”.

Anna Alberti, triestina, pagaia per il circolo di casa, la Canottieri Aniene; una doppia soddisfazione anche per lei: “E’stato bellissimo, pagaiare di fronte al pubblico italiano ci ha dato una grande marcia in più e ci ha permesso di realizzare una grande impresa. Io e Stefania ci conosciamo da anni e questa medaglia ci ripaga di tanti sacrifici e allenamenti intensi nel corso di una stagione che si conclude nel migliore dei modi”.

Nella stessa gara diciassettesimo posto per le giovanissime  Rachele Puccetti e Francesca Genzo. Nel C1 senior vinto dagli spagnoli Grana e Ferro, Italia che chiude al decimo posto con Enrico Calvi e Maximilian Muenchinger. Quindicesimo posto invece per Luca Ferraina e Nicolae Craciun.

“Stefania e Anna hanno lottato come delle leonesse e non hanno tradito le attese di chi voleva le nostre azzurre protagoniste in questa gara – sottolinea il Presidente FICK Luciano Buonfiglio – a loro va il mio plauso così come va il plauso a tutti gli azzurri che ci hanno dato modo di unire all’ottima organizzazione di questo mondiale anche una serie di risultati di spessore. Due medaglie pesanti e piazzamenti importanti sono frutto di un lavoro condiviso tra staff tecnico e società italiane.”

Ufficio Stampa FICK



Può interessarti