Mondiali Paracanoa: Veronica Yoko Plebani sfiora il podio

Di MARCO CESTE ,

Veronica Yoko Plebani
Veronica Yoko Plebani

Inizia con il quarto posto di Veronica Yoko Plebani ed il sesto di Andrea Pistritto il campionato del mondo di canoa e paracanoa in programma fino a domenica a Duisburg.

Giornata d’esordio dedicata ai duecento metri della paracanoa con due azzurri ad un passo dal podio.

Entusiasmante la prova della giovane Veronica Yoko Plebani, diciassettenne nata a Gavardo, in provincia di Brescia e portacolori del KCC Palazzolo sull’Oglio. La sua finale nel K1 200 TA è un costante testa a testa per la terza posizione con l’ucraina Nataliia Lagutenko che alla fine riesce a spuntarla sull’azzurra per poco più di un secondo e mezzo. L’oro lo porta a casa la britannica Emma Wiggs in 56.982 davanti all‘americana Megan Blunk (57.507); terza la Lagutenko in 1.04.271, quarto posto per l’azzurra che chiude in 1.05.929 precedendo le rappresentanti di Brasile, Argentina, Polonia, Canada e Hong Kong.

Positivo il piazzamento dell’azzurra che in batteria aveva chiuso in seconda posizione conquistando l’accesso diretto alla finale alle spalle della brasiliana Santos Ferreira che ha poi battuto nella finalissima che le è valsa il quarto posto.

Veronica ha iniziato con la canoa in acqua mossa; dalla fluviale, slalom, è stata notata dallo staff azzurro della paracanoa velocità che l’ha spinta a provare anche la disciplina dell’acqua piatta. Questo accadeva nel 2011, in seguito ad una meningite fulminante batterica di tipo C contro la quale Veronica è riuscita a combattere e ad imporsi. Dopo mesi di ospedale e cure da quel 27 aprile 2011 Veronica torna a casa e ricomincia la sua nuova vita. La malattia porta con sè le falangi delle mani e dei piedi ma tante altre parti del corpo sono fortunatamente guarite. La sua voglia di vivere, sorridere e il suo motto “Sostituire le parole con i fatti” fanno il resto. E Veronica oggi si gode questo quarto posto, ad un passo dal podio, nel suo primo mondiale assoluto.

Buon sesto posto nella finale del V1 200 maschile per Andrea Pistritto, portacolori del CUS Torino che entra nel gruppo dei migliori nella prova vinta dall’ucraino Oleksandr Hrechko.

“Il quarto posto di Veronica è un risultato che ci dà carica e stimolo per le finali di domani e l’avvio del mondiale anche per i nostri colleghi della canoa allenati da Mauro Baron - sottolinea il direttore tecnico della paracanoa azzurra Stefano Porcu - rispetto agli europei qui ci troviamo a lottare con il triplo di atleti, la competizione è molto sentita e i valori si sono alzati notevolmente. Due finali su due conquistate oggi sono un bell’inizio, speriamo di continuare e se possibile migliorare ancora.”

Domani a Duisburg sarà la volta delle ulteriori finali paracanoa sui 200 e delle batterie di qualifica per quanto riguarda il mondiale di canoa su 500 e 1000 per K1/C1/K2/C2/C4. Risultati live al sito ufficiale, al link http://results.imas-sport.com/kanuduisburg/regatta.php?competition=wettkampf_99

Ufficio Stampa Federcanoa



Può interessarti