Natura Acqua e Amicizia per i TEVA Outdoor Games ad Ivrea e Val Chiusella (TO)

Di GIANCARLO COSTA ,

presentazione TEVA Extreme Outdoor Games
presentazione TEVA Extreme Outdoor Games

Presentati oggi nel municipio d'Ivrea i TEVA Extreme Outdoor Games, che si disputeranno nel mese di Giugno dal 10 al 13. Nel 2009 i giochi sono stati portati da Rassa in Valsesia ad Ivrea e Val Chiusella, per un mix tra evento cittadino, visto che lo stadio della canoa sul fiume Dora, campo base della manifestazione, è praticamente in centro città ed il fiume Chiusella che scorre nell'omonima valle, una delle più belle e suggestiva vallate piemontesi.

A fare gli onori di casa Matteo Olivetti, nella sua veste di Assessore allo Sport d'Ivrea, che ci tiene a ricordare come l'amministrazione cittadina tiene alla sviluppo di questa manifestazione, dopo l'esordio del 2009, per dare visibilità ad una città ed un territorio proprio grazie al connubio tra sport e natura.

La presidente del Comitato Organizzatore Carla Decker, dopo la visione di un breve filmato dell'edizione 2009, presenta l'evento 2010, ricordando che a grandi linee ripercorre l'edizione dell'anno precedente, con l'ingresso di un'attività sportiva suggestiva come il parapendio, delle manifestazioni per i bambini sia di corsa che di MTB, con l'aggiunta di una serata, il venerdì nel centro cittadino, per fondere l'anima locale dell'evento con i tanti partecipanti che, soprattutto nel kayak, arrivano da tutto il mondo. I quattro giorni dell'evento saranno punto d'incontro tra diverse specialità outdoor (Kayak, corsa, MTB, bouldering, parapendio) che di solito non s'incontrano tra loro, un'occasione di scambio tra persone e mondi sportivi diversi.

Claudio Roviera, vicepresidente del Comitato Organizzatore, sottolinea come il territorio Ivrea, Val Chiusella e Anfiteatro Morenico della Serra, fanno parte dell'evento sportivo ed i comuni siano coinvolti a pieno in questo, così come la protezione civile. Il fiume per il Kayak ed i percorsi per MTB e corsa Trail attraversano i comuni stessi ed i volontari della Protezione Civile daranno supporto logistico e di sicurezza. Pone l'accento su come quest'anno la comunicazione sia fatta a 360°, con i giornali locali, i periodici di settore per i singoli sport, e la partecipazione a Fiere come il BIT di Milano, ALPI365 di Torino, oltre che il Carnevale visto che si giocava in casa. Anche la promozione dei prodotti locali fa parte della filosofia di integrazione di quest'evento con il territorio. Presenta inoltre i vari sport con i relativi responsabili.

Il Bouldering avrà in Alberto Gnerro il punto di riferimento, nella veste di tracciatore sia dell'evento TEVA del sabato che della Coppa Italia della domenica, sulla struttura che sarà montato nel parco dello stadio della canoa.

La Mountain Bike ripropone la formula del rally sull'Anfiteatro Morenico di circa 70 km, coordinato da Carlo Aribone ed i maestri di MTB.

La manifestazione di Parapendio sarà coordinata da Claudio Aimone, istruttore e tanto altro ancora di questa specialità. La gara sarà dimostrativa e partirà da uno dei decolli "storici" del canavese, Cavallaria o San Giacomo a seconda delle contizioni metereologiche.

Per la corsa i tracciato sarà curato dagli Amici del Mombarone, dal GS Avis e da Giulio Roffino (in sostanza gli organizzatori dell'Ivrea-Mombarone e della 5 Laghi). Una corsa di trail running, di 42 km e 1900 metri di dislivello sia positivo che negativo, che dallo stadio della canoa arriva alle pendici del Mombarone, per ritornare ad Ivrea, passando per Chiaverano, Andrate, Bienca.

Infine il kayak, il cui responsabile Francesco Salvato ha raccontato la storia di quest'evento, dall'America origine di tutto, a Rassa Valsesia e ora Ivrea. Quattro giorni di gare per determinare il canoista più completo, quello che potrà fregiarsi del titolo in palio, cioè Campione del Mondo di Kayak Freeride, con prove difficili e selettive come quelle nel Chiusella, e quelle spettacolari nello stadio della canoa ad Ivrea, come il Kayak Cross, dove si scende in batterie di 4. Ha spiegato anche perché TEVA non è solo uno sponsor finanziario e tecnico, ma bensì l'idea dell'evento. TEVA in ebraico vuol dire Natura e il suo simbolo, la mano con la spirale, Amicizia e Acqua.

Natura Amicizia e Acqua, fattori comuni per un evento destinato a far conoscere un territorio e una filosofia sportiva, quello degli sport Outdoor.

Per info e iscrizioni:

www.tevaextremeoutdo...

segreteria@tevagames.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti