Da oggi a Milano si va a caccia della maglia azzurra

Di MARCO CESTE ,

phoca thumb l dscn1978
phoca thumb l dscn1978

Tutti i migliori specialisti della canoa velocità saranno impegnati da oggi a domenica prossima a Milano per la prima prova di selezione per la squadra nazionale che a metà maggio sarà in gara a Poznan per l’ultimo test europeo delle qualificazioni olimpiche. Un’opportunità a cui puntano, naturalmente, tutti gli atleti che hanno già indossato l’azzurro nelle ultime uscite della nazionale e che hanno impostato la preparazione su questo obiettivo, ma anche tanti più giovani che a Milano proveranno a conquistare l’inserimento nelle ranking list che costituiranno base di valutazione per le successive selezioni, a Mantova a metà aprile e nuovamente a Milano all’inizio di maggio.

Magari non per puntare alle qualificazioni olimpiche, ma per mettersi in evidenza in vista degli altri appuntamenti del calendario internazionale della velocità: le prove di Coppa del Mondo, gli Europei senior a Zagabria (22-24 giugno), gli Europei under 23 in Portogallo (12-15 luglio). Per questo sono oltre 100, in rappresentanza di 29 società, gli atleti che nelle tre giornate si daranno battaglia sulle acque del bacino dell’Idroscalo per il kayak maschile 1000 e 200 metri, il kayak femminile 500 e 200 metri, la canadese 1000 e 200 metri. In prove su barche singole, come è nello spirito delle selezioni, fatta eccezione per la canadese che ha in programma anche le prime due gare di C2 1000.

La concorrenza più accesa sarà nel K1 uomini sia sui 1000 metri sia sui 500, con 46 iscritti, tra i quali tutti i nomi più accreditati della specialità. Sempre tra gli uomini, meno numericamente consistente la concorrenza per la canadese: 11 gli iscritti in C1 1000 e 13 in C2. In campo femminile sono 19 le ragazze iscritte, sia alla selezione sui 500 metri sia a quella sui 200.

La società in gara con il maggior numero di equipaggi è naturalmente quella dei padroni di casa dell’Idroscalo Club con 20, seguita da Canottieri Padova, Fiamme Gialle e Academy con 17 ciascuna, dalle Fiamme Oro con 13, dalle Fiamme Azzurre con 10 e via via da tutte le altre in rappresentanza di 10 regioni.

In base ai criteri selettivi, gli atleti di kayak maschile 1000 metri dovranno partecipare in barca singola a due gare sui 1000 metri sabato e a una sui 500 metri domenica (tutte con batterie, semifinali e finali). Il kayak femminile prevede, sempre sabato, l’impegno in due gare sui 500 metri. Ai 200 metri sarà invece riservata venerdì l’intera giornata inaugurale con due gare per gli uomini e due per le donne nel kayak. Quanto alla canadese, il percorso di selezione si articolerà a Milano su due prove in C1 200 (entrambe venerdì), due in C1 1000 (entrambe sabato) e due in C2 (una sabato e una domenica).

Tutti i migliori specialisti della canoa velocità saranno impegnati da domani a domenica prossima a Milano per la prima prova di selezione per la squadra nazionale che a metà maggio sarà in gara a Poznan per l’ultimo test europeo delle qualificazioni olimpiche. Un’opportunità a cui puntano, naturalmente, tutti gli atleti che hanno già indossato l’azzurro nelle ultime uscite della nazionale e che hanno impostato la preparazione su questo obiettivo, ma anche tanti più giovani che a  Milano proveranno a conquistare l’inserimento nelle ranking list che costituiranno base di valutazione per le successive selezioni, a Mantova a metà aprile e nuovamente a Milano all’inizio di maggio.

Magari non per puntare alle qualificazioni olimpiche, ma per mettersi in evidenza in vista degli altri appuntamenti del calendario internazionale della velocità: le prove di Coppa del Mondo, gli Europei senior a Zagabria (22-24 giugno), gli Europei under 23 in Portogallo (12-15 luglio). Per questo sono oltre 100, in rappresentanza di 29 società, gli atleti che nelle tre giornate si daranno battaglia sulle acque del bacino dell’Idroscalo per il kayak maschile 1000 e 200 metri, il kayak femminile 500 e 200 metri, la canadese 1000 e 200 metri. In prove su barche singole, come è nello spirito delle selezioni, fatta eccezione per la canadese che ha in programma anche le prime due gare di C2 1000.

La concorrenza più accesa sarà nel K1 uomini sia sui 1000 metri sia sui 500, con 46 iscritti, tra i quali tutti i nomi più accreditati della specialità. Sempre tra gli uomini, meno numericamente consistente la concorrenza per la canadese: 11 gli iscritti in C1 1000 e 13 in C2. In campo femminile sono 19 le ragazze iscritte, sia alla selezione sui 500 metri sia a quella sui 200.

La società in gara con il maggior numero di equipaggi è naturalmente quella dei padroni di casa dell’Idroscalo Club con 20, seguita da Canottieri Padova, Fiamme Gialle e Academy con 17 ciascuna, dalle Fiamme Oro con 13, dalle Fiamme Azzurre con 10 e via via da tutte le altre in rappresentanza di 10 regioni.

In base ai criteri selettivi, gli atleti di kayak maschile 1000 metri dovranno partecipare in barca singola a due gare sui 1000 metri sabato e a una sui 500 metri domenica (tutte con batterie, semifinali e finali). Il kayak femminile prevede, sempre sabato, l’impegno in due gare sui 500 metri. Ai 200 metri sarà invece riservata venerdì l’intera giornata inaugurale con due gare per gli uomini e due per le donne nel kayak. Quanto alla canadese, il percorso di selezione si articolerà a Milano su due prove in C1 200 (entrambe venerdì), due in C1 1000 (entrambe sabato) e due in C2 (una sabato e una domenica).

Ufficio Stampa Federcanoa



Può interessarti