Open Water Challenge di Torregrande

Di GIANCARLO COSTA ,

Open Water Challenge (foto organizzazione)
Open Water Challenge (foto organizzazione)

Una magnifica giornata di sole ha incorniciato l’ultima giornata di gare all’Open Water Challenge di Torregrande.
La mattinata è iniziata presto per tutto lo staff e gli atleti in gara, con la storica long distance da Tharros a Torregrande per gli amatori e i Prone, e da San Giovanni di Sinis a Torregrande per i pro con i 12,6, per il Campionato Italiano Assoluto S.U.P. Race, quella decisiva per l’assegnazione del titolo Assoluto FISW.
Per la sesta volta consecutiva è stato Leonard Nika a conquistare il titolo, seguito da Paolo Marconi e da Claudio Nika in terza posizione. Nella giornata di sabato, la vittoria di Claudio Nika nella Technical Race, aveva un po’ spostato gli equilibri di punteggio, rendendo l’ultima prova, la 13 km da San Giovanni di Sinis a Torregrande, decisiva e combattuta fino all’ultima pagaiata. Per tutta la gara i tre atleti sono stati a pochi centimetri di distanza l’uno dall’altro, finchè, giunti in prossimità della Torre di Torregrande, Leonard Nika ha staccato gli inseguitori, andando veloce e deciso verso il traguardo e verso il suo sesto titolo consecutivo. Per le donne, dopo la vittoria di Chiara Nordio nella Technical Race del sabato, Caterina Stenta, portandosi a casa il risultato della Sprint Race e della Long Distance, è la Campionessa Italiana Assoluta FISW 2017! Nella long distance di domenica, su un percorso duro e impegnativo, Laura Dal Pont, giovanissima, sale sul terzo gradino del podio. Nei Prone, la classifica finale rispecchia quelle delle giornate di sabato, con Nicolò di Tullio in prima posizione, Cornelia Rigatti medaglia d’argento e il local Alberto Costa sul terzo gradino del podio. Nella gara dei 14’, da segnalare, nel percorso lungo, sulla 13 km, la grande prestazione dell’atleta locale Daniele Concas, che si piazza in terza posizione dietro ai professionisti di specialità, Pampinella e Vendramin.

Kitesurf e Windsurf

La giornata conclusiva dell’evento, con vento troppo leggero per partire con ulteriori prove di Kitesurf e Windsurf, ha confermato i risultati delle prove di sabato. Nello zonale Windsurf Slalom AICW, il giovane Davide Meloni vince la tappa di Oristano, seguito da Mattia Onali e Roberto Tavazzi. Il giovane Nicolò Spanu, di Oristano, è il primo degli juniores, seguito da Mattia Troncia, Alberto Citzia, nei master il podio vede Matteo Spanu, seguito da Gigi Madeddu e Giorgio Giorgi. Nei Gran Master, il primo è Roberto Tavazzi, seguito da Antonio Egris.
Nel Kitesurf, penultima tappa del Circuito Italiano TT:Race CKI/FIV, Lorenzo Morelli vince la gara di Torregrande, seguito da Lorenzo Boschetti e dall’atleta di Cabras, Francesco Contini. Tra le donne, Irene Tari è la prima, seguita da Isotta di Domenico e Sofia Tomasoni. Il ranking nazionale attuale, dopo la prova dell’OWC, Lorenzo Morelli è in prima posizione per i ragazzi e Sofia Tomasoni per le ragazze.
Poco prima delle premiazioni, si è tenuta una prova amatoriale, su un percorso a bastone con partenza di flotta, la regata in memoria di un grande amico dell’ASD Eolo Beach Sports, Marietto Carrus, ha coinvolto Windsurf e Kite, uno spettacolo di colori, anche con un vento davvero debole, che ha concluso alla grande un evento importantissimo per tutto il territorio Oristanese, come sottolineato in premiazione dal Direttore Sportivo FISW Mirco Babini.
Lodevole la presenza e il supporto del presidente della FIV III Zona, Massimo Cortese, coadiuvato dai massimi esponenti della III zona, tra cui Paolo Schirru coordinatore UDR Sardegna, e tutto il comitato FIV, a dimostrare l’importanza del circuito di Kitesurf TT:Race, in vista della partecipazione della delegazione giovanile FIV ai prossimi Youth Olympic Games del 2018 a Buenos Aires.
Un grazie va ad Alessandra Sensini, Oro Olimpico Windsurf e Direttore Responsabile del settore giovanile FIV, una presenza importante all’OWC di quest’anno e che ha aperto, con la gara di Kitesurf TT:Race, una possibilità di nuova crescita per un evento che già si è ritagliato un posto di prestigio tra le manifestazioni da annotare sul calendario per i prossimi anni.
Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti