Possibili le escursioni sulle Alpi Marittime ma in sicurezza

Di GIANCARLO COSTA ,

Alpi Marittime
Alpi Marittime

Dal 4 maggio si è tornati a praticare attività motorie e sportive nella natura delle Aree Protette Alpi Marittime. A tal proposito l'Ente di gestione delle Aree protette auspica che la frequentazione del proprio territorio sia svolta con prudenza e nel rispetto delle comunità locali, oltre che naturalmente delle norme stabilite a livello nazionale, regionale e, in alcuni casi, anche comunali per la prevenzione dal contagio del Covid-19.
L'attuale regolamentazione, in vigore sino al 17 maggio, consente solo le attività di giornata e non i pernottamenti. Escursionisti e alpinisti sono invitati a non utilizzare i locali invernali dei rifugi e dei bivacchi se non in caso di emergenza.
Nella scelta degli itinerari va tenuto in considerazione che alle quote medio-alte, in particolare sui versanti settentrionali, si trovano ancora condizioni invernali.
In questi giorni a causa dei vincoli imposti a livello nazionale l'offerta di servizi è limitata. Gli operatori turistici stanno comunque lavorando in vista della riapertura delle strutture per garantire la massima sicurezza agli ospiti.
Al momento nei paesi i visitatori trovano aperti i negozi di generi alimentari e alcune strutture che si sono organizzate per il servizio da asporto.

Ecco le principali norme per la fruizione del territorio, confidando nella massima collaborazione dei visitatori:
- È vietata ogni forma di assembramento di persone.
- L'attività sportiva o motoria va praticata individualmente, ovvero con accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti.
- Per l'attività sportiva dev'essere rispettata la distanza interpersonale di almeno 2 metri, per tutte le altre di almeno 1 metro.
- Non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all'aperto (picnic, barbecue...)
- Le aree giochi bimbi, le aree attrezzate e picnic sono chiuse.
- È necessario essere muniti di mascherina e di guanti per ogni eventualità e per entrare in ambienti chiusi (acquisti, servizi igienici...)
- Deve sempre rimanere presso il proprio domicilio chi ha sintomatologia da infezione respiratoria e febbre maggiore di 37,5° (oltre che chi si trova in "quarantena").
Essendo in una fase di sperimentazione si consiglia prima di ogni uscita di consultare le sezioni FAQ sui siti: www.regione.piemonte.it ; http://www.governo.it/it/faq-fasedue
Si segnala che i sindaci hanno la possibilità di porre ulteriori regolamentazioni rispetto quelle nazionali e regionali e che, nel territorio del Parco delle Alpi Marittime, il primo cittadino di Entracque ha emesso un'ordinanza per le attività e i comportamenti da adottare nel concentrico fino al 17 maggio consultabile sulla home page di: www.comune.entracque.cn.it

Gli uffici dell'Ente di gestione Aree Protette Alpi Marittime sono contattabili esclusivamente per telefono o mail: 0171 976800; (lunedì-giovedì: ore 9.00-12.00/14.00-16.00; venerdì: ore 9.00-12.00).

Fonte Piemonte Parchi

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti