Prende il via, dall’1 all’8 ottobre 2011, la Campagna Nazionale “Prova il Metodo Feldenkrais” tecnica psico-fisica per il benessere globale della persona | Outdoor Passion

Prende il via, dall’1 all’8 ottobre 2011, la Campagna Nazionale “Prova il Metodo Feldenkrais” tecnica psico-fisica per il benessere globale della persona

Di GIANCARLO COSTA ,

Il metodo Feldenkrais è un metodo straordinario e innovativo di lavoro su di sé. Permette di imparare a conoscere e a utilizzare pienamente le proprie risorse attraverso il movimento, migliorare la consapevolezza e la sensibilità, espandere il repertorio di movimento, ridurre il dispendio di energie migliorando l’efficacia delle nostre azioni.

Sia nelle lezioni individuali che in quelle di gruppo, il Metodo Feldenkrais stimola e riorganizza il sistema nervoso, portando non solo benessere fisico, ma anche un contributo positivo ai processi emotivi e di pensiero. Si diventa consapevoli del percorso intrapreso, rendendo duraturi nel tempo i benefici ottenuti.

Può essere praticato da qualsiasi persona in qualsiasi condizione fisica e può essere applicato in differenti ambiti. In particolare è indicato per gli sportivi in quanto:

- Aiuta ad ampliare la grandezza dei movimenti

- Sviluppa una chiara connessione attraverso lo scheletro per migliorare potenza e forza

- Migliora l’equilibrio, la precisione e la coordinazione

- Chiarisce dove sono presenti eccessivi o sforzi non necessari in modo da lavorare più efficientemente e facilmente

- Migliora l’abilità di cambiare velocemente la direzione

- Sviluppa una risposta più facile e immediata

- E’ un valido strumento per affrontare la riabilitazione dopo avere subito infortuni

- Riduce o elimina i dolori articolari.

Per la sua universalità diventa un ottimo mezzo di approfondimento e di supporto agli allenamenti.

Ed è già utilizzato da sportivi che praticano: la corsa, lo sci, il golf, la canoa, il tennis..

Esistono due modalità di insegnamento del metodo Feldenkrais:

lezioni di gruppo (CAM, Consapevolezza Attraverso il Movimento)

lezioni individuali. (IF, Integrazione Funzionale)

Nelle lezioni di gruppo l'insegnante propone le lezioni con il solo ausilio della propria voce, in quelle individuali utilizza un delicato contatto manuale.

L’inventore Moshe Feldenkrais

Il Metodo Feldenkrais® prende il nome dal suo inventore: Moshe Feldenkrais.

Nato nel 1904 (nell'odierna Ucraina), appena tredicenne si trasferisce in Palestina, dove lavora e impara le arti marziali di autodifesa. A Parigi si laurea in ingegneria meccanica ed elettrica. Consegue poi un dottorato in fisica alla Sorbona, e collabora come ricercatore con Frèdèric Joliot-Curie. Divenuto allievo di Jigoro Kano, ottiene la cintura nera di Judo. Nel 1940 si rifugia in Inghilterra, e alla fine della guerra ritorna in Israele.

Le sue conoscenze scientifiche, la sua formazione nelle arti marziali e un incidente al ginocchio, che gli crea gravi difficoltà, lo portano a elaborare un metodo pratico di lavoro sul corpo che insegna a migliaia di persone in tutto il mondo. Tra i suoi allievi: David Ben Gurion, Margaret Mead, Peter Brook, Yehudi Menuhin, Leonard Bernstein, Moshe Dayan. Muore in Israele nel 1984.

Giovedi 6 ottobre ore 21 serata sul Metodo Feldenkrais al centro Culturale LA SERRA – Sala Cupola – Ivrea (TO), Corso Botta 30

Fonte “UP! Spazio Feldenkrais" Silvia Conte

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti