Raid du Mercantour 2009

Di GIANCARLO COSTA ,

Team Pedini IRET al Raid Mercantour
Team Pedini IRET al Raid Mercantour

L'edizione 2009 del Raid du Mercantour si  presenta con  una nuova  formula, più lungo, più duro e  non-stop, accessibile solo alle équipe che hanno al loro attivo diversi Raid. I team composti da 3 persone, di cui due sul terreno ed uno assistente/concorrente, con la possibilità di entrare ad ogni cambio di specialità, si confrontano su un percorso di 200 km. e 8000 metri di dislivello positivo  tenuto segreto sino alla momento della partenza.

Si inizia a Breuil sur Roya, nel Parco del Mercantour in Francia, vicino al confine italiano, venerdì  alle 18 ed arrivo  previsto domenica alle 14 concatenando giorno e notte sezioni di mountain bike, corsa in montagna, canyon e via-ferrata, tutto in orientamento.

Due i percorsi previsti: uno Extreme, riservato alle Equipe più esperte, ed uno Aventure con un percorso  più  facile ed abbordabile. Ben  62  i team alla partenza, suddivisi fra i due percorsi, con le migliori équipes francesi, italiane e belga.

Come sempre, ottima l'organizzazione, costituita  da diversi volontari  coordinati  da  alcuni dei più forti raideur francesi  che per   l'occasione  si sono tolti  i panni dell' atleta per indossare quelli degli organizzatori.

Si inizia con un trail e subito una CO (corsa orientamento) poi 25 km in mountain bike e  prima notte  con una corsa orientamento di 25 km.. All'alba di sabato si  riparte con la mountain bike e  si può riprendere fiato sulla Via-Ferrata di Tenda, dove il tempo per motivi di sicurezza è neutralizzato. A metà giornata si riparte su un trail in orientamento che conduce al canyoning e nel primo pomeriggio inizia la pioggia che accompagnerà i concorrenti  nella dura sezione di mountain bike che li conduce in quota sul Col di Tenda.  Ormai col buio della seconda notte si scende al villaggio di La Brigue dove dopo una prima corsa orientamento di 5 km. si inizia una lunga sezione di 30 km. di corsa orientamento in montagna. 

Alle prime luci dell'alba di domenica, si riparte per un'altra grossa salita in mountain bike, poi ancora un trail di 15 km, un canyoning e finalmente l'ultima sezione di bike and running per raggiungere il traguardo di La Brigue.

Ancora una bella prestazione  del  Team italiano PEDINI - IRET  composto da Roberto Mattioli,  Michele Sartori e Marco Ponteri che nella massima categoria Extreme ha concluso al 16° posto. 

Per la cronaca, l'équipe 400 TEAM  MARATHONIEN  AVIGNON si è aggiudicata il primo posto, precedendo il TEAM BEC DU CORBEAU, mentre gli ex-campioni del Mondo del TEAM  QUECHUA capitanati da YVES BILODOU hanno completato il podio. (Roberto Mattioli)

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti