Red Bull Soap Race a Torino: più di 20000 spettatori a Torino per la corsa più folle del mondo

Di GIANCARLO COSTA ,

Red Bull Soapbox Race
Red Bull Soapbox Race

Grande successo di pubblico e di critica a Torino per la Red Bull Soapbox Race, la gara più folle del mondo che oggi, domenica 28 settembre, ha visto sfidarsi 61 team agguerriti lungo il percorso della capitale italiana dell’auto, invasa per un giorno dalle originalissime scuderie. Più di 20 mila le persone assiepate lungo il percorso, con partenza dal Monte dei Cappuccini e arrivo in Piazza Crimea, che hanno assistito alle esibizioni creative dei team e alle emozionanti evoluzioni di auto folli e bellissime, che hanno superato più o meno indenni una spettacolare parabolica e ben due salti.

La classifica finale è stata stilata tenendo conto del giudizio della giuria sulla creatività nella realizzazione delle vetture, sulle esibizioni dei team alla partenza e del tempo di percorrenza: a trionfare, a ritmo di musica, è stato il team milanese “Let There Be Rock” il quale, sulle note degli AC/DC, ha sbalordito pubblico e giudici grazie a una vettura a forma di chitarra elettrica con amplificatore, capace di superare con grinta tutti gli ostacoli. I componenti del team vincente, premiati dai presentatori Omar Fantini e Alvin, si sono garantiti l’opportunità di godere di un fantastico weekend di pura adrenalina presso il Red Bull Ring, durante l’edizione 2015 del Gran Premio d’Austria di Formula 1. Al secondo posto il team di casa con la “Pollocar”, che ha solo sfiorato la gloria della vittoria grazie a una performance particolarmente gradita dal loro pubblico e sostenuta a gran voce da una folto gruppo di fan. Al terzo posto l’irriverente sfrontatezza del team “Cappuccetto Rotto”.

Oltre ai premi per le prime tre posizioni, sono stati assegnati anche tre premi speciali. Il team “Pulaster” vince il Premio Pattex per il salto più lungo sul percorso di gara, una balzo di ben 6,5 metri! Il team “Leader Sheep” può festeggiare la vittoria del Premio Mini, per aver registrato il miglior tempo di discesa: 42,16’’. L’originalità e la simpatia sono stati invece i punti forti del team “Pollocar”, secondo nella classifica generale, che si è aggiudicato anche il Premio “La Stampa” assegnato dalla giuria, guidata da Marco Aurelio Fontana e con la partecipazione di Martina Stella, Boosta, Piero Negri Scaglione e Massimiliano Piffaretti. Il primo a sperimentare il percorso è stato il famoso “youtuber” Favij, a bordo di una soapbox a forma di lattina, l’ultimo il vincitore del concorso “Red Bull Soapbox Puzzle Game”, Massimiliano Cocco.

L’evento è stato seguito in diretta streaming da più di 11 mila utenti e sono state condivise oltre 1000 foto su Instagram con l’hashtag ufficiale della manifestazione #soapboxrace.

L’evento è già disponibile in replay su www.redbullsoapboxrace.it.

Fonte ufficio stampa Red Bull

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti