Reunion d'Aventures - Raid Multisport - Ile de la Reunion

Di GIANCARLO COSTA ,

Mountain Bike al raid multisport
Mountain Bike al raid multisport

Reunion d'Aventures, sei giorni di corsa a piedi, in bici ed in kayak nell'Isola de La Réunion, attraverso i circhi vulcanici di Cilaos, Salzie e Mafate, scendendo alcuni canyoning in corda doppia, per arrivare sulla costa bagnata dall'Oceano Indiano di Etang-Salé,  in piena autonomia e sempre in orientamento con  la bussola.

Tre lunghezze di percorso previste: 300 km, 360 km e 380 km. Sul percorso di 360 km, con oltre 15000 metri di dislivello positivo ed altrettanti negativi da rimarcare l'ottima performance del Team parmigiano PEDINI - IRET che si è nettamente imposto sul nutrito lotto di squadre internazionali schierate alla partenza di questo Raid multisport, reputato fra i più duri ed importanti in assoluto. 

Il Team  composto da Roberto Mattioli, Emmanuel Lang e Florent Heritier, dopo un avvio difficile in cui subiva la conoscenza del terreno delle squadre locali a proprio agio sui percorsi impervi e resi scivolosi dalle piogge tropicali, nel secondo giorno di gara riusciva a recuperare sino alla terza posizione. Il  giorno successivo dopo essere stati  "stoppati"  un'ora, per scontare una penalità dovuta alla mancanza di materiale di sicurezza,  riuscivano comunque a prendere il comando dopo un'ottima frazione di 30 km in kayak, sospinti dalle onde favorevoli alte sino ad un metro e mezzo dell'Oceano.

Nelle successive frazioni in mountain bike e corsa in montagna, attraverso il circo di Mafate, Roberto, Emmanuel e Florent riuscivano a fare il vuoto grazie ad un ritmo elevato e concludere l'intero percorso con un giorno di anticipo sul tempo previsto dagli organizzatori, arrivando alle 17,30 di giovedì sulla spiaggia di Etang-Salé, dopo 107 ore e 11 minuti di gara. Le squadre IMS Groupe 1 e IMS Groupe 2 classificate ex-equo al secondo posto, terminavano le loro fatiche venerdì mattino alle ore 10 e 45' con un distacco di 17 ore e 32 minuti.

Roberto Mattioli capitano del Team PEDINI-IRET dichiara:"siamo contenti della nostra gara; dopo un avvio difficile e la penalità subita, siamo riusciti a non perderci d'animo e ci siamo rimessi nella mischia a testa bassa, più decisi di prima. Il risultato raggiunto è importante e prestigioso in quanto ottenuto su una delle prove più seguite dai  media  televisivi  internazionali (Eurosport,  Sky Sport. TFR 1, ecc.) ed organizzata da Gerard Fusil, inventore del mitico Raid Gauloises degli anni '90".

A breve online un video che documenta quest'avventura. (Ro. Ma.)

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti