Rush finale per il Rock Master Festival di Arco (TN): iniziano le qualificazioni internazionali Open

Di GIANCARLO COSTA ,

Adam Ondra.jpg (foto Newspower)
Adam Ondra.jpg (foto Newspower)

Il gotha dell’arrampicata mondiale si dà appuntamento ad Arco, in Trentino, dove da giovedì a domenica Rock Master Festival darà spettacolo, prima con le qualifiche Open poi con le gare di Rock Master sabato e domenica.

Dopo il Rock Junior per talenti giovanili e la Paraclimbing Cup di ieri, si torna dunque a salire in alto sulle pareti del Climbing Stadium, giovedì e venerdì l’attenzione sarà tutta dedicata ai climbers internazionali per le qualifiche Open.

Si tratta di una novità di questo Rock Master Festival, in passato la partecipazione al Rock Master era aperta solo ad una ristretta cerchia di atleti, cioè i migliori al mondo, quest’anno invece tutti i climbers potranno provare a qualificarsi, sempre a patto, ovviamente, che siano in possesso di licenza internazionale valida.

All’Open internazionale sono iscritti 63 atleti da 15 nazioni, ovvero da Argentina, Austria, Canada, Cile, Ecuador, Francia, Germania, Grecia, Israele, Italia, Messico, Romania, Russia, Slovenia e Venezuela.

Giovedì tocca alla lead, a partire dalle 10.00 l’obiettivo comune a tutti sarà centrare uno dei cinque posti disponibili per accedere al Rock Master insieme ai colleghi “top”, impresa che tenteranno di realizzare anche gli italiani Sara Avoscan, Silvio Reffo, Francesco Vettorata, Lorenzo Carasio, Federico Andreoli, Luca Marzari e Claudio Arigoni, pronti a gestire l’agguerrita concorrenza internazionale con, soltanto per citarne un paio, la francese Alizée Dufraisse o lo sloveno Klemen Becan.

Venerdì invece l’internazionale Open proporrà la sfida boulder, nella quale anche i nostri azzurri Stefan Scarperi, Davide De Paoli, Damiano Capulli, Alessandro Palma, Matteo Cittadini, Francesco Profico, Marco Capano, Anna Borella, Annalisa De Marco e Giulia Alton proveranno a guadagnarsi uno dei quattro posti per affiancare le otto teste di serie in gara sui blocchi del Rock Master.

E sarà proprio sua maestà il Rock Master a chiudere il primo Rock Master Festival, le gare saranno di scena sabato 1° e domenica 2 settembre, con la speed valida per la Coppa del Mondo e con il consueto stuolo di atleti top tra cui, ad esempio, i campioni del mondo Ramon Puigblanque (ESP) ed Angela Eiter (AUT), i vari Schubert, DiGiulian, Markovic, Vidmar e i nostri Lucas Preti e Jenny Lavarda, quest’ultima alla 15.a partecipazione personale.

In lizza al Rock Master anche il giovane climber ceco Adam Ondra, protagonista pure della serata di oggi al Climbing Village, il punto di ritrovo dopo le gare aperto tutti i giorni dalle 17.00 alle 24.00. Alle 21.00 verrà presentata la squadra Alpy Team, in cui militano per l’appunto Ondra ma anche l’altra ceca ed alpinista Lucie Hrozová, alle 22.30 è prevista invece la proiezione del film “Apprendista stregone”, dedicato proprio al giovane fenomeno della Repubblica Ceca e realizzato dopo due anni di riprese in parete.

Anche domani al Climbing Village verrà proposto un intenso carnet di eventi di intrattenimento, alle 21.00 i protagonisti dell’arrampicata mondiale e del Rock Master 2012 si presenteranno alla platea di Arco e in serata si potrà anche gustare il video del Campionato del Mondo “Arco 2011 – World Championship”, seguito da musica dal vivo (dalle 22.00).

Venerdì sera verrà invece offerto un classico gala verticale nell’ambito dell’ormai irrinunciabile serata di Arco Rock Legends, al Climbing Village saranno assegnati i premi Salewa Rock Award e La Sportiva Competition Award, destinati ai migliori atleti dell’anno, mentre il tedesco Stefan Glowacz, che proprio ad Arco ha scritto grandi pagine di agonismo, riceverà il Climbing Ambassador by Aquafil.

Info: www.rockmasterfestival.com

Fonte ufficio stampa Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti