Sefi Idem in finale ai mondiali di canoa

Di ALBERTO ,

SEFI
SEFI

Sefi Idem non delude: prima in batteria nel K1 500, terza in una semifinale tiratissima che le vale il suo miglior tempo stagionale, alle spalle dell’ungherese Natasa Janics e della portoghese Teresa Portela. Il primo obiettivo, la finale di domenica prossima, è raggiunto. ‘’La vittoria in batteria – racconta il marito Guglielmo Guerrini – sembrava averla destinata a una semifinale più facile. Invece è stata una gara molto tecnica, molto veloce con la cinese Zhou Yu che l’ha tallonata fino al traguardo. Ma Sefi l’ha sempre controllata bene’’.

E’ evidentemente soddisfatta Josefa Idem, del risultato e dei tempi eccellenti in assoluto realizzati sul lago Malta che ospita le gare a Poznan. Anche se da eterna perfezionista lamenta di avere fatto qualche errore nella prima parte della semifinale.

L’impresa di Josefa Idem entusiasma il presidente della federcanoa Luciano Buonfiglio: ‘’tanto di cappello – riconosce – perché con l’avvicinarsi delle Olimpiadi il livello qualitativo internazionale è in continua crescita e lei è sempre all’altezza. Questa finale è come se fosse già una medaglia, ma sono sicuro che lei domenica saprà dare ancora una zampata da leonessa’’. Guerrini conferma con i numeri il ragionamento del presidente: ‘’l’anno scorso erano in due sotto l’1’50’’, ora sono sei’’.

Da questa giornata dedicata alle gare sui 500 metri Buonfiglio sperava qualche altro risultato positivo. ‘’Dopo l’ottimo esordio di ieri – ammette – aspettavo di più dalle ragazze del K4, una ciliegina sulla torta che poteva significare ancora un bel passo avanti. E prima di arrivare qui erano meglio del K4 uomini’’.

Invece, quarte in batterie, Stefania Cicali, Norma Murabito, Fabiana Sgroi e Alice Fagioli sono finite ottave in una semifinale che ha messo a dura prova tutte le atlete per cinque false partenze dovute al malfunzionamento dei blocchi. Una situazione che può avere certamente influito sulla concentrazione delle azzurre.

Quanto agli altri equipaggi impegnati oggi, hanno meritato l’accesso alla finale B Matteo Galligani e Albino Battelli nel K2, ha concluso il suo impegno con l’ottavo posto in semifinale Paolo Buccione nella canadese monoposto, mentre si sono fermate in batteria Cristina Petracca e Sofia Campana nel K2 donne.

Buone notizie per gli azzurri dai mondiali disabili che si svolgono parallelamente a quelli assoluti: una medaglia d’argento e tre di bronzo dalle finali che si sono disputate oggi. L’argento è andato a Paolo Bressi nel K1TA, i bronzi a Giovanna Chiriu nel K1 donne LTA, a Andrea Testa nel K1LTA e a Lorella Bellato nel V1LTA donne.

Domani le finali dei 1000 metri e batterie e semifinali dei 200.



Può interessarti