Si avvicina l'ora dei TEVA Outdoor Games ad Ivrea e Val Chiusella (TO)

Di GIANCARLO COSTA ,

apertura-Teva-Extreme-Kayak-Cup
apertura-Teva-Extreme-Kayak-Cup

Conferenza stampa nel municipio d'Ivrea a sei giorni dall'inizio dei TEVA Extreme Outdoor Games, che si disputeranno la prossima settimana da giovedì 10 a domenica 13 giugno. Seconda edizione eporediese, dopo i sette anni di Rassa in Valsesia. Ivrea e Val Chiusella, per un mix tra evento cittadino, visto che lo stadio della canoa sul fiume Dora, campo base della manifestazione, è praticamente in centro città ed il fiume Chiusella che scorre nell'omonima valle, una delle più belle e suggestiva vallate piemontesi.Apre la conferenza stampa l'Assessore allo Sport d'Ivrea, Matteo Olivetti, che fa gli onori di casa per l'amministrazione cittadina, che patrocinia l'evento, sottolineando come il connubio tra sport e natura nel territorio eporediese e canavesano sia un'opportunità sia da un punto di vista sportivo che turistico-commerciale.

La presidente del Comitato Organizzatore Carla Decker, presenta il programma dei 4 giorni di gara (si può consultare nel dettaglio all'indirizzo www.tevaextremeoutdoorgames.it). L'edizione 2010 vede la conferma di kayak, bouldering, mountain bike, trail running, con l'introduzione del parapendio e del bike trial. Oltre alla festa del sabato quest'anno viene aggiunta la serata del venerdi con la proiezione dei video di tutti gli sport in gara e soprattutto viene aumentato il numero di eventi fatti per coinvolgere la gente a provare queste discipline sportive e per i bambini. Tutto questo sfruttando l'area del Canoa Club in riva al fiume Dora in centro città, campo base dell'evento, nel quale sarà allestito il villaggio sportivo con stand commerciali e per la degustazione dei prodotti canavesani.

Claudio Roviera, vicepresidente del Comitato Organizzatore, sottolinea come il territorio Ivrea, Val Chiusella e Anfiteatro Morenico della Serra, fanno parte dell'evento sportivo ed i comuni siano coinvolti a pieno in questo, così come la protezione civile e soprattutto le società e le associazioni  sportive.

Parlando del Trail Running, il percorso di 1900 metri di dislivello sia positivo che negativo e di 45 km di sviluppo, predisposto dall'AVIS e dagli Amici del Mombarone, permette di scoprire un circuito tra Ivrea, Cascinette, Chiaverano, Andrate, Bienca e Montaldo Dora, passando per la collina morenica della Serra e le pendici del Mombarone, la montagna simbolo d'Ivrea.

Il Bouldering avrà in Alberto Gnerro il punto di riferimento, nella veste di tracciatore sia dell'evento TEVA del sabato che della Coppa Italia della domenica, sulla struttura che sarà montato nel parco dello stadio della canoa.

Anche il Nordic Walking farà parte dell'evento Teva Games, con la scuola di Andrate, una delle più importanti in Italia, con dimostrazioni e accompagnamento nei giorni dell'evento, lungo il fiume ed i laghi della zona.

Carlo Aribone, responsabile tecnico per la Mountain Bike, presenta la filosofia per l'evento MTB, unico nel suo genere, organizzato in collaborazione con le guide MTB dell'Anfiteatro Morenico di Ivrea. In pratica è un rally di circa 70 km, con prove speciali cronometrate e tratti di trasferimento, in modo da dare la possibilità anche a chi non è un agonista incallito, di cimentarsi in una prova a metà tra l'agonismo e la non competitiva e di conoscere strade sterrate e sentieri dell'Anfiteatro Morenico di Ivrea e del Canavese.

Claudio Gili ha presentato la manifestazione di Parapendio, organizzata con Claudio Aimone, che si terrà nel classico decollo di Cavallaria, con una gara dimostrativa e la possibilità di fare voli biposto. Considerando che alcuni degli itinerari della zona permettono di fare voli di 70-80 km anche ai non professionisti, si capisce che anche per questa disciplina è notevole la sinergia sport-territorio, vero filo conduttore dell'evento.

Infine il kayak, il cui responsabile Francesco Salvato, tra l'altro atleta del Team Teva, ha raccontato la storia di quest'evento, dall'America origine di tutto, a Rassa Valsesia e ora Ivrea. Quattro giorni di gare per determinare il canoista più completo, quello che potrà fregiarsi del titolo in palio, cioè Campione del Mondo di Kayak Freeride, con prove difficili e selettive come quelle nel Chiusella, e quelle spettacolari nello stadio della canoa ad Ivrea, come il Kayak Cross, dove si scende in batterie di 4. Inoltre ha spiegato che una prova, il King of The Falls, pur essendo fuori dalla classifica finale complessiva, in realtà permette ai migliori 20 atleti, dei 90 invitati all'evento dall'organizzazione in rappresentanza di 16 nazioni, di cimentarsi in una prova difficile ma spettacolare, sulle rapide del Chiusella.

Natura Amicizia e Acqua, fattori comuni per un evento destinato a far conoscere un territorio e una filosofia sportiva, quello degli sport Outdoor.

Per informazioni ed iscrizioni www.tevaextremeoutdo...

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti