Sicuri in montagna: dieci regole per escursioni in sicurezza /1

Di ALBERTO ,

COMANDAMENTI
COMANDAMENTI

Tra buon senso e accortezza, scopriamo come evitare i pericoli che si nascondo sui sentieri montani

La montagna incanta, ma può anche far male, soprattutto se la si affronta prendendo sotto gamba i pericoli che nasconde. In tempo di vacanze, ora che numerosissimi escursionisti principianti stanno per riversarsi sui sentieri montani, è bene ripassare alcune regole che saranno utili per non incorrere in alcun problema.

A stilare un utile decalogo ci aiuta il sito www.guidedolomiti.it, attento a stimolare nei turisti la cura del dettaglio nel corso della preparazione delle gite e il riguardo nei confronti dell’ambiente una volta che ci si trova in cammino tra le cime.

Di seguito, i primi cinque dei Dieci comandamenti del buon escursionista... leggete con attenzione:

I  Attenzione al meteo
Tenete sempre d’occhio le previsioni meteorologiche: consultate il bollettino meteo e osservate con attenzione ogni cambiamento delle condizioni atmosferiche, anche il più piccolo. Sappiate che i gestori dei rifugi riescono a dare delle informazioni dettagliate sulla situazione meteo locale.

II  Vietato improvvisare
In alta montagna, non spostatevi mai seguendo il “vostro istinto”. Fate in modo di viaggiare sempre su itinerari pianificati a tavolino. Prima di partire, raccogliete informazioni su lunghezza e difficoltà del tragitto che intendete compiere. Non dimenticatevi mai di informare qualcuno sulla vostra meta.

III  Ricordatevi: non siete Superman!
Potrete anche indossare una mantellina, ma non siete dei supereroi... perciò, prima di mettervi in marcia, valutate in maniera accurata la vostra forma fisica in rapporto al tragitto che volete compiere. Iniziate le escursioni di primo mattino, lasciandovi un adeguato margine per rientrare prima che faccia buio.

IV  Scegliete intelligentemente
In montagna, le cose non sono tutte uguali. Vi apprestate a camminare su sentieri sterrati (e qualche volta accidentati), scegliete quindi un equipaggiamento adeguato, specialmente per quanto riguarda le calzature, che devono consentire una camminata ferma e proteggere le articolazioni.

V  L’eleganza è secondaria
Non state andando a una cena dell’alta società, al massimo incontrerete qualche stella alpina, un po’ di caprioli e un branco di escursionisti selvaggi quanto voi! Lasciate quindi da parte l’ossessione dell’eleganza e vestite un abbigliamento leggero e formale, non dimenticando che occorre essere pronti a ogni evenienza. Nel vostro zaino non dovrebbero mai mancare: capi che riparano dal freddo e dalla pioggia e un piccolo kit di pronto soccorso.



Può interessarti