Sicuri in Montagna: domenica 20 gennaio la giornata nazionale di sensibilizzazione e prevenzione degli incidenti sulla neve

Di GIANCARLO COSTA ,

Free e Mauro in ricerca di disperso in valanga (foto Soccorso Alpino)
Free e Mauro in ricerca di disperso in valanga (foto Soccorso Alpino)

Di Giovanna Autino

Domenica 20 gennaio 2013 si rinnova l’appuntamento con la giornata nazionale di sensibilizzazione e prevenzione degli incidenti tipici della stagione invernale: valanghe, scivolate su ghiaccio, ipotermia ed altro ancora saranno i temi d’interesse di “Sicuri con la Neve”.

Con il progetto SICURI in MONTAGNA infatti, da oltre un decennio il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, il Club Alpino Italiano con le Scuole d’Alpinismo e Scialpinismo, promuovono questa iniziativa su tutto l’arco alpino, dalla Valle d’Aosta alla Sicilia, che mirano alla prevenzione degli incidenti in montagna, sia attraverso stand informativi che con prove pratiche e dimostrative, cercando così di colmare le carenze sulla preparazione personale, aumentando la capacità della valutazione del rischio e dell’uso dell’attrezzatura d’auto soccorso.

L’obiettivo non è solo la prevenzione del pericolo valanghe, la stagione invernale presenta dei rischi peculiari che si ripropongono annualmente, ma soprattutto di accrescere la consapevolezza dei limiti di chi frequentata la montagna in inverno, siano essi sciatori, in pista o fuoripista, escursionisti a piedi o con le racchette da neve, snowboarder, utilizzatori di motoslitte, etc., etc.

Il Piemonte, con dieci località coinvolte, è la regione maggiormente attiva in questa manifestazione, che globalmente vede partecipare sul territorio nazionale, poco meno di una quarantina di siti.

In merito all’iniziativa, la XIIa Delegazione Canavesana del Soccorso Alpino Piemontese, che presidia ed interviene nelle Valli del Basso e Alto Canavese, ha previsto l’allestimento di ben dieci “Campi Neve/Studio”, oltre al lavoro con due UCV, Unità Cinofile da Valanga: Free ed Eros.

Ecco il programma: ritrovo alle ore 8,30 presso l’Albergo “Il Giaset”, a Piamprato in Valle Soana, antistante le piste da sci, per la registrazione dei partecipanti e suddivisione in gruppi secondo capacità tecniche ed attrezzatura utilizzata: sci o ciaspole, quindi ci si avvierà verso il Vallone di Piamprato per lo studio/lavoro nei “Campi Neve”.

Prima della partenza, analisi dei punti per la corretta pianificazione di una gita: alimentazione appropriata, abbigliamento consono, utilità dei materiali da mettere nello zaino, osservazione della neve in relazione alla meta, controllo ARTVA posto in “ricezione”. Quindi ogni gruppo, accompagnato dalla Scuola Scialpinismo Valle Orco e messo in sicurezza dai Tecnici del Soccorso Alpino, si dirigerà verso i “Campi Neve”, gestiti esclusivamente dal Soccorso Alpino.

I “Campi Neve” a disposizione dei partecipanti sono: Campi Ricerca 1 ARTVA, dove si proporrà la ricerca di una persona sepolta da un distacco; Campo Ricerca 2 ARTVA, ricerca più complicata, in quanto la simulazione provvederà di trovare ben due persone; Campo Sondaggio a squadra con manichini sepolti; Campo con Test di Sondaggio a Sonda fissa, utile per capire la differenza fra sondare per es. un braccio o una pietra; Campi Sanitari, dove dei Sanitari del Soccorso Alpino daranno i consigli da seguire nel caso di disseppellimento di un compagno di gita o di autosoccorso; Campo Stratigrafico-Nivologico, anche quest’anno gestito in collaborazione con l’ARPA Piemonte.

Sarà inoltre emozionante vedere lavorare i “Cagnoni da Valanga” Free ed Eros, che con il loro conduttore dovranno trovare un volontario del Soccorso Alpino sepolto in un’apposita buca, raffigurando la ricerca di un disperso in valanga. Una volta che il cane avrà individuato il travolto, interverranno le squadre a piedi, munite di sonda e pala, per disseppellire il figurante che sarà sottoposto alle cure dei sanitari presenti.

Un cordiale benvenuto a tutte le persone che parteciperanno a questa giornata di confronto e verifica. Si ricorda, oltre alla sua totale gratuità, di indossare abbigliamento adeguato per trascorrere del tempo oltre i 1.800m, essere muniti di sci con pelli o di ciaspole e di ARTVA personale (per chi non lo avesse, potrà utilizzare quelli messi a disposizione dal Soccorso Alpino), di segnalare il proprio interesse via mail a: giovanna.autino@gmail.com.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti