Sporthabile, quando lo sport ti fa sentire vivo

Di ALBERTO ,

Scherma
Scherma

L’iniziativa ha lo scopo di avvicinare le persone disabili allo sport creando centri con personale qualificato

Uno sporto per tutti, anche per chi ha una ridotta capacità motoria. E’ questa l’iniziativa che la Regione Toscana ha lanciato a favore dei disabili e di chi ha difficoltà motorie e che prende il nome di “Sporthabile” con l’obiettivo di creare una rete territoriale di centri ai quali il disabile può rivolgersi per avvicinarsi alla pratica sportiva.
L’iniziativa è stata presentata martedì 12 gennaio, al Mandela Forum a Firenze nel corso di un convegno dal titolo “Sport insieme. Lo sport per tutte le abilità”. All’organizzazione dell’evento, insieme alla Regione hanno collaborato la Fondazione Monte dei Paschi di Siena, il Comitato toscano paralimpico, il Coni toscana ed il Gruppo toscano giornalisti sportivi dell'Ussi.

I centri
Con l’obiettivo di avvicinare anche i disabili allo sport, già dal 12 gennaio sono stai aperti 28 centri sparsi su tutto il territorio dove gli sportivi potranno recarsi per praticare l’attività fisica e saranno seguiti da personale appositamente formato e degli ausili necessari. Tutti i centri avranno un logo distintivo “Sporthabile”, saranno inseriti in un apposito registro regionale e saranno sottoposti a verifiche periodiche per accertare il possesso dei requisiti di accessibilità (strutture, servizi, personale formato, disponibilità di ausili per la pratica sportiva) ed efficienza.
Inoltre sono stati anche aperti i primi 2 centri “Informhabile”, dove è possibile ricevere assistenza a 360 gradi su tutto ciò che riguarda sport e disabilità. Altri 3 apriranno entro l’anno.
Collegati a “Sporthabile” ci sono anche l’organizzazione di corsi di formazione, rivolti sia agli operatori e ai formatori più una serie di eventi e manifestazioni che si terranno nei centri stessi.

Gli sport
Gli sport che si potranno praticare sono vela, tennis, basket, bocce, tiro con l’arco, canottaggio, baseball e softball, tennistavolo, arco, atletica, sci, danza sportiva, scherma, calcio a 5 e sono già state fissate delle date per delle manifestazioni ed eventi:
• dal 16 al 18 aprile a Montecatini si svolgeranno le finali del campionato italiano di bocce,
• a luglio a Poggibonsi si terranno le finali del campionato italiano di tiro con l'arco
• Montecatini si terrà il campionato nazionale di nuoto “Trofeo delle regioni”.
• ancora da definire la data delle finali del campionato nazionale endurance di canoa. Toscana in lizza per ospitare altre finali nazionali: water basket e salvamento.

Il costo dell’iniziativa “Sporthabile” è di 375 mila euro: 125 mila euro finanziati dalla Regione e 350 mila dalla Fondazione MPS.
L’assessore regionale alla politiche sociali Gianni Salvadori, ha così commentato l’iniziativa della Regione Toscana: “Aiutare a scommettere sulla propria vita, come tanti hanno avuto la fortuna di fare. Molti altri invece non ne hanno avuto la possibilità. Ecco noi vorremmo che questo diventasse realtà per un numero ancora maggiore”.
Il Comitato regionale del Coni sta già lavorando per creare in sito web dedicato a Sporthabile dove si potranno avere tutte le informazioni necessarie.



Può interessarti