Storia, natura e benessere: i monti della Tolfa

Di ALBERTO ,

tolfa
tolfa

La Granfondo dei Monti della Tolfa attraversa un territorio baciato dalla fortuna e abitato sin dai tempi più antichi.

La gara, la Granfondo Monti della Tolfa (domenica 7 giugno), richiede grandissimo impegno. Dopo la competizione, però, i dintorni del percorso agonistico meritano di non essere snobbati. I monti della Tolfa infatti sono una delle zone d’Italia di più antica popolazione. Ma la storia non è l’unica attrattiva del luogo e si sposa a meraviglia con la natura, che non fa mancare la possibilità di rilassare i muscoli provati in qualche stabilimento termale.

Chi avesse voglia di conoscere più a fondo le tradizioni dei monti della Tolfa dovrebbe recarsi ad Allumiere. Qui, una visita al Museo civico Adolfo Klitsche de la Grange permette di farsi un’idea più chiara sulle caratteristiche, sia naturalistiche sia archeologiche, dei dintorni. Dopo un salto al  Fabbricone di via Roma, tipica casa operaia cinquecentesca, ci si può preparare per un immersione nella natura. Un ricco sistema di itinerari con partenza dal paese permette infatti di passeggiare nelle sue più immediate vicinanze, entrando in contatto con resti archeologici e testimonianze storiche nonché con una rigogliosa vegetazione, soprattutto di faggeti. Consigliato è l’itinerario delle miniere dell’Allume, da svolgersi a piedi o a cavallo. Con partenza dal punto di sosta in località Sant’Antonio – dove sarà possibile lasciare le macchine –, passeggiando nel bosco si attraversano le antiche miniere di alunite. Lungo il percorso è possibile cogliere l'evoluzione delle tecniche di estrazione e notare come esse abbiano alterato l’aspetto del paesaggio. Gli enormi crateri e le gigantesche spaccature visibili sul terreno, per esempio, sono una traccia delle attività estrattive secondo la tecnica dello scavo a cielo aperto, prima che si iniziasse ad adottare lo scavo in galleria, che ha invece portato alla formazione di contorti cunicoli nel sottosuolo.

La zona, però, ha qualcosa da offrire anche a chi non desidera altro che un po’ di relax. A soli 25 km da Allumiere, nei dintorni del lago di Bracciano, infatti, si trovano le Terme di Stigliano, rinomate fin dai tempi degli Etruschi. Posti in località Canale Monterano, questi stabilimenti termali – le doti delle cui acque erano già cantate da Plinio il Vecchio – sono l’ideale per chi vuole ritemprarsi dalle fatiche e dallo stress della vita di tutti i giorni. Nelle loro vicinanze, poi, fioccano le opportunità per impiegare in maniera divertente il tempo libero libero. Un’idea? Che ne dite di una veleggiata sulle acque del lago di Bracciano?

Informazioni su città e itinerari di Allumiere: http://www.comune.allumiere.rm.it/

Museo civico Adolfo Klitesche de la Grange
Piazza della Repubblica, 29
00051 Allumiere (Roma)
http://digilander.libero.it/museoallumiere
Telefono & Fax (24h) 0766.967793

Orari: mar-dom 9.00-1300
Biglietti: ridotto 2 €, intero 3 €

Terme di Stigliano
Via Bagni di Stigliano,
00060 Canale Monterano (RM)
Tel. +39 06 99805977 Fax +39 06 9963428
www.termedistigliano.it
info@termedistigliano.it
Associazione Velica Anguillara
Lungolago delle Muse – Vigna di Valle
00061 Anguillara Sabazia
Tel-fax 06 9968496 – 338 3901019
www.associazionevelicanguillara.it
info@associazionevelicanguillara.it



Può interessarti