Termina la spedizione al Dhaulagiri

Di GIANCARLO COSTA ,

Dhaulagiri.jpg
Dhaulagiri.jpg

Purtroppo termina l'avventura di Carlo Alberto Cimenti al Dhaulagiri. Il maltempo s'è accanito sulla spedizione di Cala, addirittura 4 metri di neve hanno sepolto e distrutto una tenda della spedizione, costringendo Cala e Ivo ad un bivacco in una truna di neve.

Cala è arrivato al campo base scendendo direttamente dal Campo 2 con gli sci " Siamo arrivati al Campo 2 ma non abbiamo più trovato nulla" racconta Cala rammaricato " Abbiamo scavato dove avevamo le indicazioni del gps ma niente, nessuna traccia della tenda e di tutto il materiale che avevamo dentro . Non possiamo più tentare una seconda volta ormai, non abbiamo più nulla! "


Cala è sceso con gli sci mentre Ivo stremato dal troppo lavoro i quota ha deciso di trascorrere la notte in truna al Campo 1 e scendere con più calma domani mattina.
Spedizione sfortunata quella del Dhaulagiri " Il paesaggio cambia continuamente, sono scese tantissime slavine che hanno cancellato tutto, portato via ogni cosa, impossibile proseguire in queste condizioni".
Giorno previsto per il trekking di rientro il 16 ottobre " Non so come faremo, i passi sono invalicabili, abbiamo sentito tanti elicottori " spiega il Cala " credo che siano i trekkers saliti nella valle in questi giorni , devono essere rimasti bloccati! Noi aspettiamo fino al 15 e poi vediamo come procedere. "

Questo racconto si può leggere sul blog di Cala http://cmenblogexperience.blogspot.com/

Come sempre scalare un'ottomila è una scommessa con la dea bendata, qualche volta va bene e qualche volta no. L'importante è ritornare a casa sani e salvi, per alimentare nuovi progetti.

Al suo ritorno lo intervisteremo per farci raccontare tutte le difficoltà incontrate nel tentavo di salire e scendere con gli sci il Dhaulagiri.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti