Tour Monte Rosa - 4º tappa Herbrigghen-Colle del Teodulo

Di GIANCARLO COSTA ,

Il Cervino visto dal Teodulo, Tour del Monte Rosa
Il Cervino visto dal Teodulo, Tour del Monte Rosa

Con la quarta tappa di questo Tour del Monte Rosa, si percorre il fondovalle della Mattertal da Herbriggen fino a Zermatt, per poi risalire, un po' sulle piste e un po' su sentieri e ghiacciaio fino al Colle del Teodulo, a quota 3317 metri, la più alta del Tour, facendo così ritorno in Italia. Si tratta di una tappa con l'arrivo in salita, quindi si risparmiano le gambe per il giorno dopo.

4° tappa Herbriggen (1262 m.) - Colle del Teodulo (3317 m.) = 24 km +1900 m. (Herbriggen-Zermatt (1616 m.) 14 km +200 m. + Zermatt-Colle del Teodulo 10 km +1700 m.).

Avvertenza: Il tratto finale di questa tappa si sviluppa su ghiacciaio, quindi fare bene attenzione a dove mettere i piedi, seguire le tracce già fatte e le eventuali battiture di piste e skilift da parte dei gatti delle nevi per sicurezza. Crepacci e ponti di neve, anche se addomesticati, sono sempre presenti.

Per pernottare Rifugio Teodulo 3383267009 rifugioteodulo@libero.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti