Triathlon a Candia : vittoria di Becker

Di ALBERTO ,

candia triathlon 2
candia triathlon 2

Si è corso a Candia il primo appuntamento con il Circuito FITri di Triathlon 70.3, ovvero su distanza di 1.9 km di nuoto, 90 km di bici e 21 km di corsa a piedi.La gara, che negli anni passati ha più volte assegnato i titoli tricolori, è stata organizzata in maniera impeccabile dal Torino3, con la supervisione del delegato tecnico federale Massimo Ghezzi.

Partecipazione di qualità e assai numerosa, con al traguardo ben 545 uomini e 38 donne.

In campo maschile, sin dalle prime bracciate si è messo in evidenza Andrea Vajente, portacolori della Forhans Jonhhny Triathlon; "Vajo" ha poi
guidato anche la frazione bike, suoi diretti inseguitori il francese Nicolas Becker (Peperoncino Team) e Manuel Biagiotti (Surfing Shop Tri).

Il podio finale si è delineato nell'ultimo tratto della frazione podistica, con Becker capace di rimontare e vincere con meno di 1' di vantaggio davanti a Vajente. Biagiotti manteneva saldamente il terzo posto difendendosi dall'attacco portato dall'ex campione italiano di lungo Stefano Paoli, tornato a dimostrare tutto il suo valore. Quinta piazza per
l'umbro Leonardo Simoncini, sesto il campione italiano di triathlon lungo Sebastian Pedraza. L'italo argentino si è detto contento di questo
risultato, dopo un fine 2009 scoppiettante, culminato con la qualifica per Kona conquistata grazie al terzo posto nell'Ironman Cozumel (Messico), e un inizio 2010 che invece l'ha visto molto in difficoltà. A completare la top ten, Massimiliano Sansone, autore di una grandissima rimonta a piedi (miglior split podistico di giornata per lui); Alessandro Bossini (SB3
Livorno), primo non Elite, si è piazzato ottavo assoluto, nona posizione
per il portacolori del Laufer Club Bozen Andrea Vecchiato, 10° Davide Bettini dello Steel Triathlon.

Per quel che riguarda la gara femminile, assolo di Valentina Filipetto, determinata a dominare la gara sin dalle prime bracciate. La portacolori
dell'Esercito ha fatto segnare il miglior tempo nelle prime due frazioni e il terzo a piedi, vincendo con un margine di quasi 2 minuti e mezzo sulla
ironwoman meranese Edith Niederfriniger (Sportclub Meran). Terza piazza per Maria Alfonsa Sella (TD Rimini), che ha dato il meglio di sé nella
frazione podistica, unica tra le donne a scendere sotto il muro dell'ora e trenta. Ai piedi del podio Laura Mazzucco (Alba Triathlon), soddisfatta
del suo risultato e capace di tenere alle sue spalle un'altra specialista delle distanze lunghe, la pluricampionessa italiana di categoria Daniela
Pallaro (Padova Triathlon); a seguire, la francese Virgine Lernay, quindi la vincitrice del 70.3 di Bilancino Marta Miglioli (Tri Cremona
Stradivari), autrice di un bel recupero a piedi; ottavo posto per la campionessa italiana XTERRA Ilaria Zavanone (Torino3), seguita da
Elisabetta Stampi (TD Rimini) e dalla svizzera Simone Wirth.

Per quanto riguarda i successi di categoria, in campo maschile l'S1 più veloce è stato Michele Millesimo (Torino3), che si è piazzato 112° in
5:14:24; tra i Senior 2, si è imposto Alessio Piccioni, della Flipper Triathlon Ascoli, 17° assoluto in 4:38:51 e vincitore anche della speciale
classifica FCZ (vinta tra le donne dalla marchigiana Monica Gabbanelli), dedicata agli utenti del forum dell'omonimo sito (www.fcz.it); Senior 3
dominati da Alessandro Bossini (SB3 Livorno), 8° assoluto in 4:34:35 e protagonista in serata al Salone del Libro di Torino della presentazione
del suo libro "Cuore a pedali"; il suo compagno di squadra Luca De Paolis ha vinto tra gli S4, piazzandosi 15° in 4:38:31; subito dietro Bossini è
arrivato invece il primo M1, Andrea Vecchiato (LC Bozen, 4:35:23) che è stato capace di togliersi diverse soddisfazioni negli ultimi anni salendo
su tanti podi di gare internazionali; 38° in 4:48:59 e primo M2 Daniel Weil dei Los Tigres, davanti all'italiano Luciano Zampieri (Padovanuoto);
continua il suo filotto di vittorie di categoria nella stagione 2010 Antonio "Mazinga" Zingali, 77° assoluto in 5:03:19 e oro M3; Michiel
Jonker del Team Herbalife Valais è stato il più veloce tra gli M4, terzo l'italiano Guido Bassan (Padova Triathlon); l'inarrestabile Gianmarco
Tironi del Triathlon Cremona Stradivari con il 76° posto assouto e un crono di 5:03:10 è stato il migliore M5; infine, Luciano Magi del Siena
Nuoto ha chiuso in 7:17:49, 408° posto, primo e unico rappresentante della categoria Master 6.

Tra le donne, la francese Virgine Lernay è stata la più brava tra le S2, piazzandosi sesta, prima italiana Marta Miglioli; le S3 hanno invece
salutato la vittoria della svizzera Simone Wirth, decima assoluta, davanti a Cinzia Aversa (Pool Sport Trieste); Isabella Zamboni si è piazzata 12^
assoluta in 5:26:08 e ha conquistato il gradino più alto del podio tra le S4; Master 1 dominate dalla patavina Daniela Pallaro; Claudia Assirelli ha
vinto tra le M2, piazzandosi 19^ in 5:49:11; infine, la portacolori del team organizzatore Margherita Strata ha vinto la categoria M5.

Gli altri due appuntamenti con la serie federale dedicata al triathlon 70.3 si disputeranno a Idro il 27 giugno e a Lago del Segrino il 24 luglio.

Il Triathlon 70.3 di Candia era valido anche come prima prova del circuitointernazionale denominato Tri Master Series che oltre alla gara piemontese
annovera il triathlon olimpico di Annecy, in programma il prossimo 4 luglio in Francia, e l'Elbaman, gara di triathlon iron distance
(3.8-180-42K) che si svolgerà il prossimo 26 settembre e assegnerà i titoli italiani di specialità



Può interessarti