Triathlon del Po, prima edizione. Trionfano D'Aquino e la Geijo

Di ALBERTO ,

triathlon del po23
triathlon del po23

La prima edizione del Triathlon del Po, la si può archiviare come un evento decisamente riuscito, spettacolare e ben organizzato. In allegato le classifiche.

Un grosso plauso va fatto alla Cuneo Triathlon e a Davide Nerattini, che hanno ideato e creato una manifestazione che ha rappresento una novità. Un’idea speciale e vincente.

Il tempo ha concesso agli atleti le migliori condizioni per gareggiare. I temporali del mattino hanno reso forse il fiume meno pulito, ma la temperatura certamente perfetta per disputare la gara.

Alle 12.00 in punto i circa 260 atleti iscritti alla gara si sono tuffati nel Po e hanno percorso 750 metri, fino ai Giardini Ginzburg. Qui si effettuavano i cambi. Il primo prevedeva di armarsi delle biciclette e partire per i circa 20 km tutti in piano su asfalto, lungo corso Moncalieri avanti e indietro, per un circuito da ripetere 5 volte. Poi di nuovo ai Ginzburg, per lasciare le due ruote e iniziare la parte dedicata alla corsa. 5 i km da coprire, su un circuito che vedeva gli atleti passare tre volte nei giardini stessi e lungo i Murazzi. Molto suggestiva quest’ultima parte, nella quale era possibile avere una visuale molto ampia della gara. Stando già in zona arrivo, si potevano scorgere dall’altra parte del fiume i primi corridori, che da lì a pochi minuti sarebbero transitati sotto il traguardo.

Fra gli uomini ha dominato Andrea D’Aquino della C.S. Carabinieri, davanti a Leonardo Ballerini e Davide Bargellini della Triathlon Cremona. I tre hanno preso il comando fin dalle prime battute della gara. D'Aquino ha sempre fatto l’andatura, ma i due della Triathlon Cremona gli sono rimasti incollati come un’ombra, fino all’ultimo tratto di gara. Sulla corsa D'Aquino ha saputo staccare gli avversari, facendo il vuoto. Ha vinto con il tempo di 58’04"; Ballerini ha fatto invece segnare 59’31", mentre Bargellini 59’55". Dietro di loro Massimo De Ponti della C.S. Carabinieri con 1’00’29", Thomas Andrè del Peperoncino Team con 1h01’10" e Andrea Vizzardelli delal DDS con 1h01’35".

Fra le donne vittoria di Pamela Geijo della DDS, che ha completato la sua prova in 1h08144". Poi la compagna di squadra Elena Stampfli con 1h09’55" e Veronica Signorini della Triathlon Cremona con 1h10’06".

Un grande protagonista della giornata è stato anche Davide Nerattini, che ha coordinato, accompagnato gli atleti e informato gli spettatori con la sua simpatia e professionalità. A fine gara, gli si leggeva in volto la soddisfazione per un evento davvero riuscito. E anche Torino ringrazia. Il pubblico cittadino ha potuto assistere a un bell’evento di sport anche senza sapere che era in programma, perché in molti si sono ritrovati ai bordi della gara mentre facevano una passeggiata per il centro della città. Alla fine si può affermare che tutto è andato al meglio: manifestazione di livello su un percorso suggestivo. Un successo per la prima edizione del Triathlon del Po.

Marco Ceste



Può interessarti