Turismo sportivo in “alto mare”

Di DAVE ,

foto montecatini terme tettuccio
foto montecatini terme tettuccio

Nuova edizione della Borsa del Turismo Sportivo dedicata al tema Acqua e Sport

Una due giorni di Workshop interamente dedicata al turismo sportivo quella che si chiuderà il 9 ottobre a Terme Tettuccio dove il tema principale è Acqua & Sport. In omaggio alla sorprendente crescita del settore degli sport acquatici che registra un giro d’affari di 1,5 miliardi di euro, il salone del turismo sportivo dedica all’acqua tutta la sua attenzione. Acqua come scenario ideale per lo sport, ma anche come perfetto palcoscenico per numerose altre attività, come dimostra il travolgente successo dei circuiti cicloturistici lungo le coste d’Italia e le vie d’acqua (laghi, grandi fiumi, aree palustri protette). Identica la tendenza del trekking, che sempre più spesso cerca luoghi naturali in cui l’acqua recita un ruolo da protagonista. Acqua inoltre intesa come benessere termale e come fattore rigenerante del corpo e della mente, sia attraverso il contatto diretto che grazie alla simbiosi con ambienti e atmosfere pensate per il relax e il divertimento.

Il turismo sportivo che va forte

Piace la vacanza sportiva che nonostante le difficoltà del settore turistico continua a macinare consensi. Secondo i dati Econstat gli italiani spenderebbero 6,3 miliardi di euro per vacanze sportive. E’ un mercato rappresentato da viaggi dedicati allo sport, siano per praticarlo soprattutto a livello dilettantistico e amatoriale (73% dei casi) o per assistere a eventi (16%) o anche per accompagnare familiari impegnati attivamente (11%). Per dare un’idea, il mercato genera annualmente 10,7 milioni di viaggi l’anno, comporta soggiorni per 60 milioni di notti (circa il 10% del volume totale del settore turistico) e una spesa media di € 590 per viaggiatore.

Il turismo sportivo, che cresce da oltre un quinquennio a un ritmo superiore al 10%, significa anche vacanza attiva: un soggiorno di tipo tradizionale (in hotel, villaggio turistico, agriturismo), caratterizzato però da attività fisiche più o meno assidue, come golf, tennis, trekking, immersioni, sport equestri e molto altro.

Il salone dà i numeri

Successo annunciato anche per quest’anno visti gli ottimi risultati raggiunti nel 2008 per il salone alla sua 17esima edizione. Oltre 1500 saranno gli operatori dell’offerta italiana, che nei saloni Portoghesi e Nencini delle Terme Tettuccio di Montecatini danno vita al più grande workshop d’Europa del turismo sportivo. Sono inoltre sette le regioni italiane presenti ufficialmente: Lombardia, Veneto, FriuliVenezia Giulia, Liguria, Abruzzo, Umbria e Marche, oltre alla Toscana e all’Apt Appennino dell’EmiliaRomagna. Ospite l’eccezione la Grecia. BTS inaugura inoltre il settore della Borsa tutto dedicato ai portali on line di vacanza attiva, sport e benessere: saranno venti gli operatori via web specializzati in vacanza attiva e wellness, pronti a incontrare l’offerta italiana di qualità nella prima giornata della manifestazione. E proprio in occasione di BTS 2009 Federterme festeggia i 90 anni di vita dell’associazione con un convegno su “Termalismo e benessere”.

Sportivi al centro

Il Premio Bts ai protagonisti dello sport, giunto alla quarta edizione, quest’anno andrà al ciclista azzurro Stefano Garzelli per lo sport vissuto, al cestista Mario Boni (adesso anche commentatore televisivo) per lo sport raccontato e al Comitato organizzatore delle Olimpiadi di Atene 2004 per lo sport organizzato. Un premio speciale per il coraggio e la lungimiranza imprenditoriale nel turismo termale sarà consegnato all’albergatore montecatinese Tullio Pancioli.

Visita il sito della manifestazione

http://www.borsaturi...



Può interessarti