Una giornata diversa nel cuore dell’Insubria

Di ALBERTO ,

monasteroditorba
monasteroditorba

Un antico castrum romano e un importante monastero medievale: i gioielli archeologici del Varesotto.

A pochi chilometri di distanza da Gornate Olona (sede dell’Insubria Bike Festival), si trovano Castelseprio e Torba, importanti testimoni di ampie porzioni del passato dell’Insubria. Una gita nei due centri è un’ottima occasione per rinfrescare alcune nozioni di storia.

Sul territorio dell’antica Sibrium, questo era il nome di Castelseprio al tempo dei romani, è oggi visitabile il Parco archeologico. Dell’antico borgo rimangono alcuni ruderi, sfuggiti alla distruzione compiuta per opera dell’arcivescovo ambrosiano Ottone Visconti nel 1287. Il castrum romano, nei secoli, crebbe d’importanza, grazie alla posizione che lo rendeva un punto di controllo privilegiato sulla strada diretta verso il canton Ticino. Oggi si possono vedere resti di età paleocristiana, longobarda e medievale: parti delle mura fortificate, del castello, delle torri, della basilica di S. Giovanni Evangelista. Il vero e proprio gioiello del sito, però, sono gli affreschi della chiesa di S. Maria foris Portas, riportati alla luce solo negli anni Cinquanta del secolo scorso. La datazione degli affreschi è ancora incerta, ma gli esperti li considerano un autentico gioiello dell’arte longobardo-bizantina, nonché un esempio unico dello stile bizantino nel Nord Italia.

Ai piedi del parco archeologico, distante circa 2 chilometri da Castelseprio, è Torba, con il suo celebre monastero (aperto da marzo a settembre dalle 10 alle 18 tutti i giorni tranne i lunedì e i martedì non festivi; da ottobre a metà dicembre e febbraio dalle 9.30 alle 18.20). Questo, antico baluardo difensivo, verso l’anno Mille fu trasformato dalle monache benedettine in luogo di culto. Da allora, viandanti e pellegrini che percorrevano la via dell’Olona presero a fermarsi nel complesso. Quanto si ammira oggi risale al periodo monastico solo nella torre (che ospita rari e importanti affreschi dell’VIII secolo) e nella chiesa, oggi sconsacrata. Dal 1976 il monastero è entrato a fare parte del patrimonio del FAI (Fondo per l’ambiente italiano) e, insieme ad altri sei siti appartenenti alla rete Italia Langobardorum, ha presentato domanda all’Unesco per entrare a far parte del Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Parco archeologico
Via Castelvecchio
Castelseprio
tel. e fax.: 0331.820438

Orari:
8.30 – 19,30 (martedì - sabato)
9.30 – 18,30 (domenica)
Ingresso gratuito

MONASTERO DI TORBA,
Gornate Olona (Varese)
Tel. e fax 0331 820301
www.fondoambiente.it/beni/monastero-di-torba-.asp

Orari di apertura:
Marzo- settembre: ore 10-18.
Da ottobre a metà dicembre e mese di febbraio: ore 10-17.
Aperto tutti i giorni tranne i lunedì e i martedì non festivi. Martedì si accettano gruppi e scolaresche su prenotazione.
Ultimo ingresso: mezz'ora prima della chiusura.



Può interessarti