Va in archivio la prima edizione degli EAD | Outdoor Passion

Va in archivio la prima edizione degli EAD

Di MARCO CESTE ,

P1016076
P1016076

Si sono chiusi oggi gli Eporedia Active Days, l'evento di sport outdoor che per quattro giorni, da giovedì a domenica, ha portato a Ivrea e in val Chiusella una bellissima festa di sport e natura. Prove di coppa del mondo di kayak a Traversella e Alice Superiore prima e sulla Dora Balte a Ivrea poi; la townhill di mountain bike fra le strade del centro storico della città e la coppa Italia di boulder. Queste le gare più importanti, oltre al contest di arrampicata, lo street boulder e varie esibizioni ed eventi anche per i più piccoli.

Il tempo oggi ha concesso un’altra tregua e la mattinata di domenica è stata illuminata da uno splendido sole. Alle 10.30, la grande festa dello sport è stata inaugurata dai bambini che, più di 100, partecipano alla Junior Mtb. Un giro di 12 chilometri fra le strade di Ivrea, fra il divertimento e i sorrisi dei piccoli, ma anche dei genitori.

L’ultimo giorno degli EAD è stato in gran parte dedicato ai giovanissimi: dopo la corsa in mountain bike, sono iniziate le prove libere di arrampicata, guidate da un’esperta del Cus Torino e le prove di canoa in piscina, seguite dai volontari e dagli esperti di salvataggio in acqua.

Come ieri, sono anche proseguite le spettacolari esibizioni di Parkour, mentre a livello puramente agonistico l’attenzione era tutta concentrata sul Boulder. Con le qualifiche al mattino, e le finali nel pomeriggio, si è svolta oggi la prova di Coppa Italia.

Tracciati molto tecnici e con un coefficiente di difficoltà alto, più di 50 i partecipanti, con alcuni fra gli arrampicatori fra i più forti a livello nazionale. Fra le donne spicca il nome di Jenny Lavarda, fra gli uomini Stefan Scarperi e Stefano Ghisolfi. Le fasi di qualifica portano alle finali dodici atleti, sei in campo femminile e altrettanti in campo maschile. Stefano Ghisolfi vince la sua gara, davanti a Luca Rinaldi e Francesco Vettorata. Fra le donne successo per la super favorita Lavarda, davanti ad Andrea Ebner e Giulia Alton.

Va dunque in archivio la prima edizione degli Eporedia Active Days, che si chiude con un buon riscontro di numeri e consensi. Come nelle passate edizione dei Teva Extreme Outdoor Games, i tracciati di gara delle varie discipline sono stati apprezzati e giudicati di alto livello tecnico. L’organizzazione ha svolto in maniera pronta ed efficace il suo lavoro e sono state abbondantemente più di mille le persone che, soprattutto fra sabato e domenica, hanno assistito alle competizioni e alle esibizioni.

Ringraziando tutti coloro che hanno reso possibile questa bellissimo evento di sport outdoor, dagli sponsor ai volontari, dagli atleti al pubblico presente, il Comitato Organizzatore presieduto da Claudio Roviera dà l’appuntamento all’edizione 2013, che certamente sarà ancora più ricca di spettacolo ed emozioni.



Può interessarti